Mi creda, signora, è proprio Windows Vista!

Un misterioso progetto Mojave mette alla prova gli insoddisfatti di Windows Vista.

Per quanto il mercato aspetti Windows 7, non v’è dubbio che l’interesse di Microsoft è quello di promuovere al meglio Windows Vista, che, per quanto abbia conosciuto un buon incremento dopo il rilascio del Service Pack, sembra soffrire di qualche crisi di immagine.
Questione di comunicazione, forse?

Steve Ballmer ne sembra convinto. Tanto da aver presentato gli esiti di un misterioso progetto Mojave. A un gruppo di utenti insoddisfatti di Vista è stato presentato in anteprima un nuovo sistema operativo, perché lo valutassero e ne giudicassero le performance. Riscontri positivi ed entusiastici: peccato che il fantomatico nuovo sistema operativo altri non fosse che lo stesso Vista.

Che qualcosa sia da rivedere nella comunicazione, appare evidente. Ma non è escluso che proprio le cavie del progetto Mojave finiscano per fare da testimonial per il prodotto tanto inviso.

Nel frattempo, va detto, Bill Veghte ha presentato la sua relazione sullo stato di avanzamento dello sviluppo di Windows 7.

Ufficialmente, il sistema operativo successore di Vista dovrebbe essere rilasciato nel mese di gennaio del 2010, anche diverse voci hanno più volte parlato della fine del prossimo anno come data possibile per il rilascio definitivo.
Non entra in questa disputa, Veghte, che tuttavia precisa che il prodotto risulta in questo momento allineato con i tempi di sviluppo previsti per un rilascio a tre anni di distanza da quello di Windows Vista.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here