Metti un PC nel Macintosh

Microsoft ha rilasciato Virtual PC 7 per Mac che permette di emulare Windows sui computer Apple. Fra le novità, performance più elevate e migliore gestione grafica

12 ottobre 2004 Per gli utenti Mac che hanno la necessità di
accedere a dati e programmi sviluppati unicamente per PC, Microsoft ha annunciato
Virtual PC per Mac.

In sostanza Virtual PC crea una ambiente di simulazione Windows sul
computer Mac
. Su questa sorta di macchina virtuale
si possono installare programmi per PC e si può facilmente passare da
un ambiente operativo all’altro (è previsto anche il drag and drop).
La configurazione minima richiesta prevede un Power Mac G3
con Mac Os 10.2.8 e 512 MB di RAM.

Il programma è disponibile per adesso in due versioni: con solo Windows
XP Professional (299,99 euro)
o anche con Office 2004 per Mac
Professional Edition (619 euro)
che aggiunge la nota suite di Microsoft.

Secondo quanto comunicato, i principali benefici della nuova
versione sono il supporto per il processore Power Mac G5; le migliore performance
(dal 10% al 30% più veloce rispetto alle versioni precedenti); la migliore
gestione grafica; la facilità di stampa e di installazione.

Degna di nota è la funzione Fast Save che permette
di chiudere Virtual PC premendo un solo tasto, salvando lo stato del PC in background
in modo che l’utente possa subito tornare al proprio lavoro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here