Meta Group dimezza i pc per il 2007

L’analista dice che nel giro di tre anni gli utenti diventeranno sempre più amanti dei sistemi che garantiscono la mobilità.

16 gennaio 2004

Uno studio di Meta Group decreta il dimezzamento dei pc nel giro di tre anni. Secondo l'analista, infatti, in un triennio metà degli utenti aziendali gli preferirà i notebook (chi ancora già non lo fa) e addirittura i tablet pc.


Per affermarlo si è scomodato addirittura il direttore della ricerca tecnologica di Meta, Steve Kleynhans, che ha specificato che per il 2007 solo il 45% degli utenti corporate utilizzerà come strumento principale il pc desktop tradizionale, mentre il 40% gli preferirà un portatile o un tablet. Rimane fuori un 15%, che Meta ascrive alla categoria dei thin-client o delle "information appliance".


Il che non significa, secondo l'analista, che il pc stia per morire, piuttosto che gli utenti stanno cambiando propensione d'uso e diventano vieppiù, come li definisce Kleynhans, "corridor warrior" (cioè li paragona al bip-bip del cartoon Wil Coyote) amando velocità di consultazione dati e ubiquità, da meeting a meeting.


Non solo. Per il 2007 si profilerà un utente avvezzo a interagire regolarmente con quattro tipologie di client: un pc domestico, un sistema di intrattenimento digitale (come la console di videogiochi), un computer aziendale e uno strumento portatile.


Per questo secondo Meta, probabilmente ci sarà spazio per una reincarnazione degli smart display e che sarà fatto un affondo deciso in favore dello scopo dei blade server, che consentiranno un'effettiva affermazione dei thin client (stile Citrix-Windows Terminal) che si prenderanno il 10% del mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome