Mercato del lavoro: crescita a due digit nelle Tlc

Nei primi sei mesi di quest’anno, in Italia, le offerte di lavoro totali sono cresciute del 13 per cento rispetto ai primi sei mesi del 2015.
A sostenerlo sono i dati dell’Osservatorio InfoJobs sul mercato del lavoro in Italia secondo cui, come già evidenziato da 01net in un focus ad hoc, le professioni legate al mondo digitale si confermano tra i settori guida dell’economia italiana.

Seconde solo alla consulenza manageriale, che rappresenta il 18,4 per cento delle posizioni aperte sulla principale piattaforma di recruitment online attiva nel nostro Paese, nel periodo indagato, le telecomunicazioni hanno fatto registrare una crescita delle offerte del 10,7 per cento, seguite, con una quota di poco inferiore al 14 per cento, dal settore Ict che, però, ha riportato un calo di ben 7,7 punti percentuali rispetto ai primi sei mesi del 2015.

Forte di oltre 6,5 milioni di profili e oltre 80 mila aziende iscritte, l’analisi condotta da InfoJobs, che conta su oltre mille nuove offerte pubblicate ogni giorno per un totale di 40 mila offerte attive mensili, ha così ribadito la centralità delle competenze digitali, che continuano a rappresentare un requisito fondamentale e differenziante per tutti i professionisti chiamati a gestire, direttamente o indirettamente, attività e processi caratterizzati da un alto livello di digitalizzazione.

Quali le specializzazioni più richieste, in quali settori e in quali parti d’Italia

Nello specifico, i dati riferiti ai primi sei mesi dell’anno riportano informatica, It e telecomunicazioni al quarto posto (8,7%) tra le categorie più ricercate, in crescita del 15,6 per cento rispetto al primo semestre dello scorso anno, mentre per numero di posizioni aperte, la classifica è guidata a livello nazionale dal settore manifatturiero, produzione e qualità (22,7%), seguita da vendite (11,7%) e, al terzo posto, dalla categoria amministrazione, contabilità e segreteria (9,2%).
Dal punto di vista geografico, con il 37 per cento dell’intera offerta nazionale, la Lombardia si conferma al primo posto, seguita da Lazio (20,8%) ed Emilia Romagna, che sale al terzo posto, con una quota del 9,8 per cento del totale, mentre Veneto (9,3%) e Piemonte (7%) chiudono la top five della classifica regionale.
Uno sguardo alle sottocategorie dei candidati iscritti sulla piattaforma InfoJobs ci dice, infine, che con una quota del 18 per cento, lo sviluppo software rimane la specializzazione con la percentuale più alta, seguita da analisi (12,8%) e telecomunicazioni (12,6%) tallonate da hardware, reti e sicurezza (12,4%), e amministrazione di sistema (10,7%).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here