Meglio del previsto il terzo trimestre di Palm

Seppur in forte decremento, rispetto a un anno fa, il vendor statunitense ha chiuso il 3°Q dell’anno fiscale in corso con un fatturato che supera di oltre 40 milioni di dollari le stime di Wall Street

Palm non brilla, ma supera le previsioni degli
analisti di mercato. Insieme a un fatturato pari a 292,7 milioni di dollari, il
38% in meno rispetto ai 470,8 riportati un anno fa, il produttore statunitense
ha chiuso il terzo trimestre dell'anno fiscale in corso con profitti netti per
2,9 milioni di dollari, o un centesimo per azione. Un risultato, quest'ultimo,
superiore agli 1,9 milioni di perdite nette registrate nel medesimo periodo
dell'esercizio precedente. Di positivo c'è anche il fatto che la società ha
superato, di oltre 40 milioni di dollari, le previsioni degli analisti di
Thomson Financial/First Call che, per il trimestre di riferimento, avevano
stimato perdite pari a 4 centesimi per azione, su vendite per 253,6 milioni.
Gran parte del risultato ottenuto sarebbe imputabile alla forte domanda
registrata per i nuovi dispositivi palmari immessi recentemente sul mercato,
come il Palm i705, e agli sforzi della società per diffondere sul mercato
il proprio sistema operativo. E ora le stime del produttore per il quarto
trimestre, che terminerà a maggio, parlano di un fatturato compreso tra i 290 e
i 300 milioni di dollari, rispetto ai 165 milioni riportati nel medesimo periodo
dell'esercizio precedente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here