Media Catalog Studio – Creare il proprio database di file audio e video

Il problema Organizzare una raccolta di file audio e video La soluzione Media Catalog Studio: permette di creare una mediateca di file audio/video, cercarli facilmente, gestirne i tag e rilevare statistiche di riproduzione

Giugno 2007 Ascoltare musica e guardare filmati video con il computer,
per molti, è una piacevole consuetudine. Con il trascorrere del tempo,
però, il loro numero aumenta sempre di più, rendendo complicato
ricordarsi dov'è “quel” file che interessa in un certo
momento. Installando Media Catalog Studio, l'utente riesce più
facilmente a catalogarli, a gestirli e a trovarli.

La prima cosa da fare è chiedere di eseguire una scansione dei supporti
di memoria per trovare tutti i file che corrispondono ad un formato audio o
video, riconosciuti dall'estensione. La ricerca può essere effettuata
in uno o in tutti i dischi, in un supporto di memoria di massa esterno oppure
in una specifica cartella. È l'utente a deciderlo, indicando i
dispositivi in cui cercare tra quelli dell'elenco a sinistra della finestra
di lavoro.

Con i dati dei file rilevati viene costituito un database, i cui contenuti
sono classificabili per una o più proprietà, come album, autore,
anno, genere, titolo brano ed altro. Su di essi vengono creati indici e sottoindici,
per una ricerca più semplice e comoda dei brani.
L'utente può arricchire il proprio database aggiungendo altri dati.
Per esempio, ogni brano può essere classificato con un voto (da 0 a 100,
a passi di dieci), l'inserimento in una categoria (personale, pessimo),
l'associazione con il tempo di riproduzione (lento, veloce).
Media Catalog Studio possiede anche un modulo software integrato per la riproduzione
dei brani musicali. Nelle opzioni di configurazione è però possibile
impostare un altro riproduttore predefinito scegliendo, per esempio, WinAmp
o Windows Media Player.

Il programma fornisce il supporto per CDDB, per rilevare da Internet i dati
del brano in esecuzione. Ha inoltre un editor interno, con il quale modificare
i valori dei tag associati ad ogni brano. Un'altra funzione permette poi
di generare elenchi di brani da riprodurre (playlist) per Windows Media Player
e WinAmp.
Viene registrato quali pezzi sono stati riprodotti, quando e quante volte è
accaduto, per generare dati statistici da visualizzare in diagrammi.
Media Catalog Studio produce anche una serie di elenchi del contenuto del database.
È possibile generarne per album, artista, genere o in uno dei tanti altri
formati visualizzabili nell'elenco a discesa del menu Rapporti.

Carta
d'identità
Software: Media Catalog Studio
Categoria: Audio e Video
Versione: Freeware
Lingua: Inglese
Richiede
installazione :
S.O. Windows
Difficoltà d'uso: ***
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here