Marche: prestito d’onore per la creazione di nuove imprese

La Regione ha approvato un avviso per la presentazione di progetti finalizzati alla creazione di nuove imprese, attraverso lo strumento del “Prestito d’Onore regionale”.

IN SINTESI

BENEFICIARI
Donne e uomini che, alla data di presentazione della domanda di ammissione, abbiano un'età compresa fra i 18 ed i 60 anni, residenti da almeno 6 mesi nella Regione Marche ed appartenenti ad una delle seguenti categorie: 1. disoccupate/i o inoccupate/i ai sensi del Dlgs n. 297/2002; 2. lavoratrici e lavoratori sospese/i per cassa integrazione ordinaria (Cigo), straordinaria (Cigs) o in deroga; 3. donne occupate “over 35”

ATTIVITÀ AGEVOLABILI
Nuove attività d'impresa, in forma Individuale, di Società di Persone e di Società Cooperativa, che rientrino nei settori economici della produzione di beni, commercio e servizi, e attività già esistente, a determinate condizioni

SPESE AMMISSIBILI
Costituzione agli investimenti ed alla gestione della nuova iniziativa economica

AGEVOLAZIONE
L'agevolazione concessa si sostanzia in un prestito rimborsabile in un periodo determinato, il cui importo varia in funzione della tipologia dell'impresa

PROCEDURA
Le domande devono essere consegnate personalmente dal richiedente presso qualsiasi Filiale della Banca delle Marche Spa ubicata nel territorio regionale, entro il 31 dicembre 2011

SCHEDA DI VALUTAZIONE

DIFFICOLTÀ
La modulistica, composta di più documenti, è disponibile sul portale della Regione al sito www.prestitodonore.marche.it.
La compilazione della domanda e dell'altra documentazione non presentano particolari problemi poiché organizzati in formulario anche se non contengono specifiche note esplicative

TEMPI
La durata prevista per completare l'iter amministrativo è indicata in 30gg., dalla presentazione di tutta la documentazione prevista, stesso termine è per la stipula del contratto tra la Banca e il soggetto beneficiario

COSTI
Eventuali costi derivano dalla necessità di avvalersi di una o più figure professionali qualificate per la presentazione della domanda di contributo.
L'aspetto positivo è rappresentato dalla possibilità di accedere ad un prestito rimborsabile in un periodo determinato, il cui importo varia in funzione della tipologia dell'impresa

PROBABILITÀ
Le probabilità di accedere all'agevolazione sono buone considerato che è previsto il finanziamento di almeno 400 iniziative.
In ogni caso, considerato che il bando è a “sportello”, si consiglia di presentare la domanda nel più breve tempo possibile

IN DETTAGLIO

NORMATIVA

  • Reg. (Ce) 15.12.2006, n. 1998
  • Dlg 19.12.2002, n. 297
  • Dgr 26.3.2008, n. 406
  • Dd 5.10.2010, n. 103

MODULISTICA
Disponibile sul portale della Regione: www.prestitodonore.marche.it

PER INFORMAZIONI
Sono a disposizione dei punti informativi e di orientamento, indicati sul sito www.prestitodonore.marche.it, per dare informazioni e chiarimenti relativi all'avviso in esame ed offrire consulenza individuale, finalizzata ad individuare le potenzialità imprenditoriali e la validità della business idea. Il servizio fornisce, inoltre, indicazioni sulla redazione della modulistica da presentare per la domanda di ammissione.
Per brevi richieste di chiarimento è possibile inviare domande all'indirizzo: prestitodonore@sidagroup.com

Il 5 ottobre 2010 con Decreto dirigenziale n. 103, in corso di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Marche, è stato approvato l'avviso pubblico per la presentazione di progetti di nuove imprese da finanziare con il prestito d'onore regionale.
Il suddetto avviso è in attuazione del Programma operativo regionale (Por) Marche Fse 2007-2013, Asse II “Occupabilità”, obiettivo specifico e), azione 25, che ha come obiettivo specifico quello di sostenere la creazione d'impresa al fine di migliorare l'integrazione e sviluppare l'occupabilità secondo quanto previsto dal Reg. (Ce) n. 1083 del Consiglio dell'11 luglio 2006.
Lo strumento di sostegno in esame è finalizzato a realizzare, nel periodo 2010-2012, l'avvio di almeno 400 nuove iniziative di microimprese (microimprese intese come ditte individuali, società semplici, società in nome sollettivo, società in accomandita semplice e piccole cooperative, queste ultime fino ad un massimo di 8 soci) attraverso la concessione di “microcredito” a medio termine, che escluda il ricorso a garanzie di qualunque tipo e l'erogazione di servizi di assistenza tecnica gratuiti a soggetti disoccupati o in cassa integrazione, residenti nella Regione Marche, al fine di sostenere lo sviluppo socio-economico della Regione ed evitare la dipendenza dai programmi di assistenza pubblica.
L'obiettivo è quello di favorire l'avvio di nuove imprese attraverso la concessione di un finanziamento agevolato da parte della Banca delle Marche Spa, da restituire in 6 anni e da utilizzare per far fronte alle spese di costituzione, agli investimenti ed alla gestione della nuova iniziativa economica.
Al fine di favorire in maniera più incisiva la fase di start up della nuova iniziativa economica, il “Prestito d'Onore regionale” prevede, oltre alla concessione del predetto finanziamento, l'erogazione anche di servizi gratuiti e obbligatori di assistenza tecnica (tutoraggio - v. box sotto).

Compiti del Tutor

Per il supporto alla predisposizione della domanda di ammissione e all'avvio formale dell'attività, è prevista un' attività di consulenza e l'assegnazione di un professionista (Tutor) in affiancamento, selezionato all'interno di un elenco regionale di tutor di impresa, per verificare la fattibilità del progetto imprenditoriale e supportare il potenziale imprenditore nella predisposizione della domanda di ammissione e nelle attività per l'avvio formale dell'impresa in caso di accoglimento della domanda di ammissione.
È, altresì, previsto per facilitare il percorso di avvio e di sviluppo, che il Tutor già assegnato continuerà ad affiancare il neo imprenditore per gli ulteriori 12 mesi successivi alla stipula del contratto di finanziamento, con l'obiettivo di trasferire competenze e mezzi finalizzati a favorire la crescita e lo sviluppo della nuova impresa

Per l'attuazione dell'avviso in esame, la Regione Puglia si avvarrà del Rti costituito tra la Banca delle Marche Spa, Sida Srl e Camera Work Spa.

Beneficiari
Possono beneficiare dei finanziamenti donne e uomini che, alla data di presentazione della domanda di ammissione, abbiano un'età compresa fra i 18 ed i 60 anni, siano residenti da almeno 6 mesi nella Regione Marche e appartengano ad una delle seguenti categorie (v. anche box sotto):

  • disoccupate/i o inoccupate/i ai sensi del Dlgs 297/2002;
  • lavoratrici e lavoratori sospese/i per cassa integrazione ordinaria (Cigo), straordinaria (Cigs) o in deroga;
  • donne occupate “over 35”.

I destinatari appartenenti alle categorie di cui ai precedenti punti 2 e 3, in caso di approvazione della domanda di ammissione al “Prestito d'Onore regionale”, dovranno risultare disoccupati ai sensi del sopra citato Dlgs 297/2002 prima della sottoscrizione del contratto di finanziamento.
La Regione si riserva la possibilità di valutare, nel corso della realizzazione dell'iniziativa, l'individuazione di ulteriori tipologie di destinatari attraverso un'ulteriore avviso pubblico.

Requisiti richiesti per accedere al “Prestito d'Onore regionale”

Ognuno dei soggetti proponenti deve possedere, alla data di presentazione della domanda di ammissione, i seguenti requisiti:

  • essere residente nella Regione Marche da almeno 6 mesi;
  • non aver subito protesti per assegni o cambiali negli ultimi 5 anni;
  • non risultare già titolare di posizione previdenziale relativa a quote di partecipazione in società di persone o società cooperative;
  • non essere stato dichiarato fallito e/o sottoposto a procedure concorsuali in proprio o quale socio illimitatamente responsabile di altre società e non aver rivestito la qualifica di socio lavoratore di società cooperative sottoposte a procedure concorsuali, a meno che non sia intervenuta la riabilitazione;
  • non aver riportato condanne penali, anche se non passate in giudicato, per reati previsti dal codice civile in materia di società e consorzi e dalla legge fallimentare, a meno che non sia intervenuta la riabilitazione;
  • non aver presentato ulteriori domande di ammissione a valere sull'avviso in esame;
  • non essere sottoposto a misure di prevenzione e di sicurezza;
  • non essere interdetto o inabilitato.

Nel caso in cui la richiesta di ammissione all'iniziativa “Prestito d'Onore regionale” riguardi la costituzione di una società di persone o di una società cooperativa, tutti i richiedenti debbono possedere i requisiti previsti dall'avviso in esame.
I soggetti richiedenti non dovranno aver costituito, attraverso l'iscrizione al Registro delle imprese, l'impresa individuale o la società in data antecedente a quella della presentazione della domanda di ammissione all'iniziativa “Prestito d'Onore regionale”.
Per la verifica della sussistenza dei requisiti della disoccupazione/in occupazione, il richiedente dovrà produrre apposita documentazione rilasciata dal Centro per l'impiego, orientamento e formazione (Ciof) competente ai sensi del Dlgs 297/2002.
In caso di presentazione della domanda di ammissione da parte di lavoratrici e lavoratori sospese/i per cassa integrazione ordinaria (Cigo), straordinaria (Cigs) o in deroga, tale requisito potrà essere comprovato tramite idonea documentazione da allegare alla domanda

Attività agevolabili
L'iniziativa è finalizzata a finanziare le nuove attività d'impresa in forma individuale, di società di persone e di società cooperativa, quest'ultima composta da un minimo di 3 soci fino a un numero massimo di 8 soci, che rientrino in tutti i settori economici (produzione di beni, commercio e servizi), a eccezione delle libere professioni e delle attività escluse dall'applicazione del Reg. (Ce) n. 1998 del 15 dicembre 2006 relativo all'applicazione degli aiuti di stato d'importanza minore de minimis.
È possibile rilevare un'attività già esistente, purché tale attività non sia gestita da soggetti che abbiano con l'interessato un legame parentale quale quello definito dall'art. 230 bis c.c., come introdotto dalla legge 151/75 sulla riforma del diritto di famiglia, che prevede limiti per i parenti fino al terzo grado e per gli affini fino al secondo grado.
Il soggetto richiedente potrà svolgere l'attività in forma individuale o in forma associata, scegliendo una delle forme sopra indicate. Tutte le sedi della nuova impresa avviata, sia legale che operative, dovranno essere situate nel territorio della Regione Marche.

Spese ammissibili e azioni a sostegno
Sono ammissibili le spese di costituzione agli investimenti ed alla gestione della nuova iniziativa economica, mentre sono escluse quelle per acquisto e ristrutturazione di immobili e di autoveicoli, ad uso privato, per esclusivo trasporto di persone.
Il “Prestito d'Onore regionale” è un servizio di supporto alla creazione di nuove imprese che, oltre al sostegno finanziario, offre anche un insieme di azioni volte a diffondere una cultura imprenditoriale, a stimolare la nascita di idee d'impresa e a favorire la creazione e lo sviluppo di nuove attività di successo.
All'interno dell'iniziativa è pertanto prevista la realizzazione delle seguenti azioni:

  • Azione 1: attività di accompagnamento alla presentazione della domanda di ammissione, suddivisa in:
    • Informazione e orientamento
    • Supporto alla predisposizione della domanda di ammissione e all'avvio formale dell'attività
      • Azione 2: servizi di assistenza tecnica ai beneficiari, in fase di start up, suddivisa in:
    • Supporto tecnico per l'avvio e la crescita dell'idea imprenditoriale;
    • Formazione (Percorsi formativi, della durata complessiva di 24 h, sui temi dell'amministrazione, contabilità e gestione finanziaria, sui aspetti legali e sul marketing e sviluppo commerciale), avvalorata dall'attestato di frequenza del percorso formativo rilasciato dalla Sida Srl
    • Supporto tecnico-specialistico
    • Network delle nuove imprese
  • Azione 3: procedure di monitoraggio e di valutazione in itinere ed ex post delle imprese avviate, suddivisa in:
    • Monitoraggio e valutazione in itinere;
    • Monitoraggio e valutazione ex post.

Il beneficiario si impegna a prestare la massima collaborazione e partecipazione nello svolgimento delle sopra citate azioni.

Agevolazione
Il contributo, erogato in quattro soluzioni, è pari a 25.000,00 euro nel caso di imprese individuali e di società con meno di 3 soci e a 50.000,00 euro nel caso di società con almeno 3 soci.
Le caratteristiche tecniche ed economiche del finanziamento sono le seguenti:

  • forma tecnica: prestito chirografario, senza il ricorso a garanzie di qualunque tipo, fatta salva quella prevista dal Fondo di Garanzia attivato dalla Regione Marche;
  • piano di ammortamento: a rata costante, così detto alla “francese;
  • durata del finanziamento: 6 anni, incluso un periodo di differimento della decorrenza del piano di ammortamento pari ad 1 anno;
  • tasso di interesse annuo nominale (Tan) applicato: nel periodo di differimento (1 anno), tasso fisso comprensivo di spread pari a 3,20%, mentre nel periodo di ammortamento (5 anni), tasso fisso comprensivo di spread pari a 3,20%;
  • periodicità della rata: trimestrale;
  • spese istruttoria, imposte e tasse sul finanziamento e/o revisione pratica di fido: a carico della Banca delle Marche Spa;
  • interessi di differimento: rimborsati in unica soluzione dal soggetto finanziato decorsi 12 mesi dalla prima somministrazione del credito:
  • requisiti e tempi di erogazione del finanziamento: al momento della stipula del contratto di finanziamento l'impresa Individuale o la Società dovrà risultare iscritta nel Registro delle Imprese, nonché dimostrare di possedere tutti i requisiti necessari all'avvio dell'operatività di impresa. Se possiede quanto richiesto in precedenza, il suddetto contratto di finanziamento verrà stipulato entro 30gg. dalla data della delibera di concessione, assunta dalla Banca delle Marche S.p.A. in completa autonomia di giudizio, diversamente, il contratto di finanziamento verrà stipulato solo successivamente all'atto di presentazione della documentazione richiesta;
  • Fondo di garanzia: il finanziamento è assistito da uno specifico Fondo di garanzia, attivato dalla Regione Marche e gestito da Unicredit-Medio Credito Centrale Spa, che garantisce alla Banca delle Marche Spa la copertura fino al 50% delle eventuali insolvenze relative ai finanziamenti concessi ai beneficiari del “Prestito d'Onore regionale”, in termini di capitale, interessi contrattuali e di mora.

L'iniziativa è compatibile con altre misure pubbliche finalizzate alla creazione d'impresa a condizione che, sulla stessa voce di spesa finanziata con il “Prestito d'Onore regionale”, non intervengano altri contributi pubblici.

Procedura

Presentazione delle domande. La domanda di ammissione all'iniziativa potrà essere presentata fino al 31 dicembre 2011, fermo restando il limite massimo di 400 iniziative economiche finanziate.
Tale domanda, che deve essere presentata utilizzando, esclusivamente, i modelli disponibili sul sito www.prestitodonore.marche.it, andrà compilata con il supporto del Tutor, assegnato dalla Sida Srl, il quale dovrà compilare e consegnare al richiedente il “Parere di fattibilità” che contiene la valutazione della capacità gestionale dell'imprenditore, della struttura organizzativa, della cantierabilità tecnica, del piano degli investimenti, della convenienza economica, della fattibilità finanziaria), senza il quale la domanda non potrà essere presentata.
In aggiunta alla documentazione richiesta, che per il Profilo dell'imprenditore e per il Progetto d'impresa dovranno essere compilati in formato elettronico e successivamente stampati, è necessario presentare anche i seguenti documenti, disponibili presso qualsiasi Filiale della Banca delle Marche Spa:

  • informativa sulla privacy, ai sensi del Dlgs 196/2003;
  • richiesta di affidamento.

La domanda di ammissione, debitamente compilata e corredata da tutti i documenti richiesti, dovrà essere consegnata personalmente dal richiedente presso qualsiasi Filiale della Banca delle Marche Spa ubicata nel territorio regionale, il cui elenco è consultabile sul già citato sito www.prestitodonore.marche.it e al richiedente verrà rilasciata una ricevuta riportante un numero di protocollo, in funzione dell'ordine cronologico di presentazione.

Valutazione delle domande. Successivamente la stessa Banca, a suo insindacabile giudizio, effettuerà l'istruttoria e la valutazione del progetto di nuova iniziativa economica, secondo i seguenti criteri, comunicandone, successivamente, agli interessati l'esito:

  • ordine cronologico della presentazione della domanda completa in ogni sua parte;
  • coerenza fra le caratteristiche del richiedente indicate nella domanda (affidabilità, competenza, professionalità, ecc.) ed il progetto proposto;
  • validità economica e finanziaria del progetto, ovvero la capacità della nuova iniziativa economica di generare ricavi tali da coprire i costi e garantire, a regime, reddito per l'imprenditore;
  • rapida realizzazione tecnica del progetto;
  • congruità delle spese previste nel progetto;
  • fattibilità tecnica intesa come adeguatezza delle dotazioni tecniche della nuova iniziativa economica, della forma organizzativa prescelta, ecc.;

Per le domande ammesse all'iniziativa, sarà comunicato l'importo del finanziamento e l'eventuale documentazione integrativa da produrre ai fini dell'erogazione.
Nel caso in cui venga approvata la domanda presentata da una donna occupata “over 35” o da un soggetto in cassa integrazione ordinaria (Cigo), straordinaria (Cigs) o in deroga, il richiedente, prima della stipula del contratto di finanziamento, dovrà risultare disoccupato ai sensi del Dlgs 297/2002; pertanto, dovrà produrre apposita certificazione rilasciata dal Centro per l'impiego, orientamento e formazione (Ciof) competente.

Risorse finanziarie

Non indicate, ma, in ogni caso, saranno finanziate almeno 400 iniziative

 

(per maggiori approfondimenti vedi Finanziamenti e credito, Novecento Media)

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here