Manovra sulla competitività delle imprese

Il provvedimento interviene, fra l’altro, in materia di incentivi alle imprese e tutela del made in Italy

E' stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 16 marzo 2005, il D.L. 14
marzo 2005, n. 35 recante disposizioni urgenti nell'ambito del Piano di azione
per lo sviluppo economico, sociale, e territoriale, il cd. D.L. sulla
competitività. Il provvedimento, strutturato in 16 articoli, interviene in
materia di incentivi alle imprese, tutela del made in Italy, fallimento e
concordato preventivo, libere professioni, semplificazione amministrativa,
tecnologie digitali, regime speciale Iva per l'agricoltura e interventi relativi
alla previdenza complementare e agli ammortizzatori sociali. Per quanto riguarda
le società aderenti ad una concentrazione è concesso un credito d'imposta del
50% sulle spese per studi e consulenze inerenti il processo.
Le condizioni
per l'accesso al bonus sono le seguenti: - il processo di concentrazione dovrà
avvenire nel periodo compreso tra la data di entrata in vigore della legge e i
24 mesi successivi; - l'impresa risultante dal processo di concentrazione dovrà
rientrare nella definizione di piccola e media impresa data dalla
raccomandazione della commissione europea del 6 maggio 2003; - tutte le aziende
che partecipano al processo di concentrazione dovranno aver esercitato la loro
attività almeno nell'anno precedente la data di ultimazione del processo e
dovranno essere residenti in uno degli Stati membri dell'Unione europea.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here