Mancate le previsioni, crollano le azioni di Tim

I profitti di Telecom Italia Mobile non hanno rispecchiato i forecast degli analisti per la prima metà dell’anno. Subito giù il titolo del 4,2%

Sono scese del 4,2% le azioni di Tim dopo che i profitti del primo semestre
2001 si sono rivelati al di sotto delle previsioni. Nonostante infatti il
net income sia salito del 7,2% nella prima metà dell'anno raggiungendo
i 720 milioni di euro, si è mantenuto ben lontano dai 746 milioni di euro
previsti dagli analisti


A fronte di questo risutato, i titoli hanno perso 23 centesimi scendendo
quindi a quota 5.21 euro. Ricordiamo che lo scorso anno le azioni avevano
perso il  47% del loro valore, facendo così registrare la settima peggiore
performance sull'indice Mib30 per il 2000.


Nel primo semestre 2001, le vendite di Tim sono cresciute del 9,2% pari a
4,93 miliardi di euro, e il traffico è salito del 17%. L'incremento delle
vendite è stato in linea con le previsioni degli analisti, ovvero di 4,94
miliardi di euro. L'Ebitda è cresciuto dell'11%, raggiungendo così 2,38 miliardi
di Euro, ossia leggermete sopra i 2,36 miliardi previsti dagli
analisti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here