Mail e Web in azienda e subito

I server appliance sono una via rapida ed economica per dotarsi di dispositivi in grado di gestire specifiche applicazioni, spesso legate al Web. I nostri laboratori hanno testato quattro sistemi “chiavi in mano” e scoperto che molti offrono funzionalità adatte anche a grandi realtà e Isp.

Il boom di Internet, come da più parti e da parecchio tempo ormai si sente dire, ha portato a riconsiderare il collocamento delle soluzioni informatiche in una nuova ottica.


Una delle principali necessità che si riscontrano nel settore è quella di "essere online", con i benefici, ma anche i problemi che questo comporta. Come quello di affidarsi a servizi esterni per la gestione delle pagine Web, della posta e di tutti gli strumenti che normalmente si utilizzano in situazioni di questo tipo. Un po’ di tempo fa il problema era di mantenere accettabile il livello dei costi aziendali, visto che le macchine in dotazione agli Isp erano ingombranti e costose, così come dotarsi di una linea dedicata per garantire banda ai navigatori aveva i suoi notevoli costi, non ammortizzabili nell’immediato, non essendo quantificabile il rientro economico.

La posta a portata di mano


Ora la situazione è diversa, se si considera il fatto che la connettività a banda larga risulta accessibile anche agli utenti privati a costi competitivi e la possibilità di dotarsi internamente di macchine necessarie a gestire siti Web e server di posta non è più un miraggio. L’idea di gestire server di questo tipo presupporrebbe anche la necessità di avere in ufficio un amministratore di sistema abile a districarsi fra le problematiche legate al networking e alla gestione, potenzialmente preferibile, di una factory di macchine Linux based. Da anni, infatti, questa rappresenta la soluzione ideale in un’ottica di sicurezza e affidabilità. Questo step può essere messo da parte grazie all’adozione di prodotti all-in-one, che consentano l’amministrazione di tutti gli strumenti necessari con un’interfaccia user-friendly alla portata di quasi tutte le tipologie di fruitori. I server appliance che It Labs ha voluto provare nel presente test sono macchine "chiavi in mano", generalmente a base Linux, per la messa in opera di un sistema aperto verso l’esterno con garanzie di sicurezza e affidabilità. Si tratta di prodotti che, mediante l’accesso a una semplice interfaccia Web e corredati da esaurienti documentazioni, offrono una soluzione unica che consente la rapida gestione di Web server e mail server, facilmente implementabile in azienda. I sistemi di questa categoria si differenziano principalmente per il livello di funzionalità e per il target di mercato al quale si indirizzano, dividendosi in prodotti di fascia più alta, destinati a Isp o aziende che desiderino gestire più siti Web e numerose caselle di posta, fino ad arrivare a prodotti di fascia medio/bassa per esigenze di base.

Funzionalità avanzate


I prodotti high end offrono, rispetto ai "fratellini minori", un range di opzioni avanzate decisamente interessante, di sicuro interesse per aziende che abbiano necessità di gestire grandi carichi di traffico in maniera immediata.


Ma va precisato che anche i prodotti di fascia bassa si difendono bene sul versante della completezza, dimostrandosi a ogni livello macchine interessanti e, soprattutto, decisamente funzionali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here