Home Apple macOS Monterey, arriva il 25 ottobre il nuovo sistema operativo del Mac

macOS Monterey, arriva il 25 ottobre il nuovo sistema operativo del Mac

Apple ha annunciato che macOS Monterey, l’ultima versione del sistema operativo del Mac, sarà disponibile come aggiornamento software gratuito a partire da lunedì 25 ottobre.

L’annuncio della data ufficiale del rilascio della versione definitiva di macOS Monterey, che è in fase beta già da tempo, è arrivato in occasione della presentazione da parte di Apple dei nuovi MacBook Pro.

I nuovi MacBook Pro, nei modelli da 14″ e 16″, verranno chiaramente forniti di serie con macOS Monterey. Gli altri utenti Mac dovranno eseguire l’aggiornamento, che come di consueto sarà comunque distribuito gratuitamente.

Per essere più precisi: potranno fare l’update gli utenti che posseggono un Mac tra quelli supportati da macOS Monterey.

Questi sono: iMac fine 2015 e successivi, Mac Pro fine 2013 e successivi, iMac Pro 2017 e successivi, Mac mini fine 2014 e successivi, MacBook Air inizio 2015 e successivi, MacBook inizio 2016 e successivi, MacBook Pro inizio 2015 e successivi.

macOS Monterey

La combinazione e l’integrazione di macOS Monterey con i nuovi potenti chip M1 Pro e M1 Max dei MacBook Pro di ultima generazione consente di incrementare le prestazioni e la produttività nelle attività professionali.

Ma ci sono naturalmente vantaggi per tutti gli utenti Mac nell’aggiornamento. Ci sarà come sempre da verificare – a parte la compatibilità del proprio modello con macOS Monterey – anche eventuali requisiti di sistema addizionali per le singole e specifiche funzionalità.

Tra le novità, FaceTime include nuove funzioni audio e video che rendono le chiamate più naturali e realistiche, mentre i nuovi strumenti Continuity come AirPlay to Mac abilitano una sinergia ancora migliore tra i dispositivi Apple.

Testo attivo e le info estratte dalle immagini introducono nuove funzioni smart per recuperare utili informazioni, mentre Safari offre una migliore organizzazione grazie ai gruppi di tab e i Comandi rapidi portano su Mac tutta la potenza dell’automazione.

Ci sono miglioramenti in Messaggi, arriva su Mac la funzione Full immersion che abbiamo già visto per iPhone, Mappe è stata potenziata e tanto altro ancora.

macOS Monterey

Del fatto che macOS Monterey sia ottimizzato per i nuovi chip Apple abbiamo parlato, ma le app?

Tutte le app per Mac sviluppate da Apple – ha sottolineato la società di Cupertino – sono ottimizzate per i chip M1 Pro e M1 Max e per essere eseguite in modo nativo.

Apple mette poi in evidenza che sono inoltre disponibili più di 10.000 app e plug-in Universal, tra cui Lightroom Classic, Cinema 4D, Capture One e tanti altri.

Le app esistenti per Mac che non sono ancora state aggiornate alla versione Universal (cioè in grado di funzionare nativamente sia sui chip Intel che Apple M1) potranno comunque girare senza difficoltà grazie alla tecnologia Rosetta 2 di Apple.

In generale, tuttavia, prima di un major update del sistema operativo è sempre consigliabile consultare la documentazione e i siti dei produttori dei software e delle periferiche hardware che utilizziamo quotidianamente.

Soprattutto in ambito professionale, dove un qualsiasi fermo macchina può causare gravi danni, meglio essere prudenti e andare sul sicuro, verificando in anticipo che i propri strumenti hardware e software siano pienamente compatibili con macOS Monterey.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php