L’unione fa la sicurezza per Iss

Iss, società specializzata nella fornitura di prodotti e servizi legati alla sicurezza (ricordiamo SAFEsuite ed ePatrol), ha annunciato l’acquisizione di Isyi, società di consulenza padovana con un organico di 20 persone e un fatturato ne …

Iss, società specializzata nella fornitura di prodotti e servizi
legati alla sicurezza (ricordiamo SAFEsuite ed ePatrol), ha
annunciato l'acquisizione di Isyi, società di consulenza padovana con
un organico di 20 persone e un fatturato nel '99 di circa 2,5
miliardi di lire, che fornisce servizi professionali per la
progettazione e la realizzazione di soluzioni di Its (Information
Technology Security), e-business e gestione dei sistemi informativi.
"Con questo accordo - ha detto Stefano Volpi, direttore vendite di
Iss - due forze che si muovono nel'ambito della sicurezza si uniscono
per fornire valore aggiunto, poter fare vendita diretta ed essere una
forza significativa".
L'annuncio arriva in contemporanea a quello della partnership con
Dimension Data (società attiva nel settore dei servizi per
l'integrazione interattiva e delle reti globali) che permetterà a Iss
di offrire una serie di servizi per la gestione della sicurezza, come
per esempio di firewall, antivirus Vpn, e sistemi di rilevamento
anti-intrusione.
I passi intrapresi da Iss si inseriscono in un processo evolutivo
della società con sede ad Atlanta, per diventare un fornitore di
riferimento nell'ambito delle soluzioni gestionali per la sicurezza
su Internet e in generale per i servizi gestiti, con un modello che
segue un doppio approccio al business.
Da una parte un'attività indirizzata a soluzioni software per il
settore enterprise medio-grande, soprattutto verso società di servizi
finanziari, Telco o governative, con un orientazione al canale di
tipo diretto. Accanto a questo Iss intende proporsi nell'ambito di
servizi di sicurezza gestita a una serie di aziende medio-piccole che
si muovono in mercati verticali, che sviluppano soluzioni in
outsourcing e offrono servizi di hosting, con un approccio impostato
alla partnership.
L'obiettivo è di arrivare entro il 2004 a una suddivisione netta del
business in due e di fare dei servizi (gestiti e professionali),
entro i prossimi tre anni, la fonte di oltre il 50% del fatturato
della società.
Nel frattempo la filiale italiana sta facendo registrare buoni
risultati e il 2000, in particolare, è stato caratterizzato da un
consistente allargamento della base clienti.
"Passiamo quest'anno da product company a solution company - ha
commentato Volpi -. Iss si sta impegnando per diventare sempre più
una società globale, radicata sul territorio su cui si trova e non
limitata alla rivendita di una serie di prodotti".
La società ha programmi ambiziosi per il futuro, soprattutto al di
fuori degli Stati Uniti. Le previsioni di crescita per i prossimi tre
anni sono di un incremento globale del fatturato di oltre il 50% per
arrivare, nel 2002, a 400 milioni di dollari e di crescere di circa
il 40-50% al di fuori degli Usa nei prossimi 5 anni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome