L’Ue aiuta le Pmi a creare nuovi posti di lavoro

Previsto un nuovo periodo di programmazione finanziaria con un programma ad hoc per le piccole imprese. Il tutto accompagnato da un budget di 2,5 miliardi di euro.

L'85%
dei nuovi posti di lavoro nel settore privato dell'unione europea sono creati
da piccole e medie imprese. E a fronte di cio l'Ue ha sviluppato una serie di
azioni volte a promuovere un contesto
economico migliore per i 21 milioni di Pmi e per supportare gli sforzi per
creare nuovi posti di lavoro.

Il nuovo periodo di programmazione finanziaria
prevede un sostegno esteso grazie ad uno specifico programma ad hoc
per le piccole imprese (Cosme)
, che sarà attuato tra il 2014 ed il 2020, con un
budget previsto di 2,5 miliardi di euro. Inoltre, si incrementeranno i
finanziamenti alle Pmi concessi nel contesto del programma di ricerca Horizon 2020.

La
Commissione europea è già intervenuta per aiutare le piccole e medie imprese a
reperire i fondi necessari al loro sviluppo mediante lo schema di garanzie dei
prestiti previsto dal Programma quadro per la competitività e l'innovazione
(CIP, 2007-13)
. Il sistema ha già sostenuto oltre 200 000 Pmi con un totale di
prestiti superiore a 12,5 miliardi di euro.

Mediante
un'iniziativa che fornisce capitale di rischio alle Pmi innovative ed a forte
crescita, la Commissione ha altresì fornito più di 2,2 miliardi di euro in
investimenti di capitale a circa 250 imprese innovative ed a forte crescita.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here