Luci e ombre nel commercio milanese

Gennaio 2006, Soffre in generale il terziario a Milano. L’unico segnale positivo che la Camera di Commercio fornisce riguarda uno 0,7% da ascrivere al commercio, ma dovuto soprattutto, guarda un po’, alla Gdo (+2,1%). I dati e i commenti sono riferiti …

Gennaio 2006, Soffre in generale il terziario a Milano. L'unico segnale positivo
che la Camera di Commercio fornisce riguarda uno 0,7% da ascrivere al
commercio, ma dovuto soprattutto, guarda un po', alla Gdo (+2,1%).
I dati e i commenti sono riferiti al 2004, con la piccola distribuzione
in calo dello 0,7% e la media distribuzione che ha subito una contrazione
dell'1,6 per cento. Senz'altro meglio che a livello nazionale
(piccola -2,9%; media -2,1%, mentre la grande distribuzione è in
linea), ma bisogna tener conto che la percentuale di presenze di ipermercati
in Lombardia è più che doppia della media nazionale.

Nei
centri storici il calo complessivo delle vendite è stato del 2,7
per cento. 49 miliardi di euro
è il valore delle vendite 2004 in Lombardia secondo Unioncamere,
suddivisi per il 60% agli esercizi tradizionali e ben il 40% alla Grande
distribuzione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here