Lucent: dal silicio una rivoluzione per le reti wireless

I ricercatori dei famosi Bell Labs, il braccio scientifico di Lucent Technologies, hanno sviluppato ciò che gli scienziati stessi definiscono una rivoluzione nel settore della componentistica per reti cellulari. Si tratta del primo chip interame …

I ricercatori dei famosi Bell Labs, il braccio scientifico di Lucent
Technologies, hanno sviluppato ciò che gli scienziati stessi
definiscono una rivoluzione nel settore della componentistica per
reti cellulari. Si tratta del primo chip interamente al silicio
destinato ai ricevitori delle stazioni-base, le antenne fisse che
raccolgono i segnali emessi dai minuscoli telefonini e dispositivi
palmari. Questo tipo di ricevitore si basa normalmente su dieci o
venti componenti all'arseniuro di gallio, materiale semiconduttore
finora ritenuto più adatto per l'esecuzione dei complessi compiti
assegnati a una stazione base, soprattutto alle frequenze utilizzate
da una rete radiomobile. Con il nuovo ricevitore sviluppato nei Bell
Labs sono sufficienti tre componenti al silicio, che riducono di 100
volte le dimensioni fisiche del sistema. In più il silicio costa
dalle 10 alle 100 volte meno dell'arseniuro di gallio. L'innovazione
verrà applicata alla prossima generazione di apparati wireless
targati Lucent, prevista sui mercati tra quattro o cinque anni e
promette una qualità ancora maggiore nelle infrastrutture di Internet
senza-fili del futuro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here