Lldp e PoE: tecnologie alla ribalta

Negli ultimi mesi, i vendor hanno aggiunto o esteso alcune nuove funzionalità nei prodotti. Fra queste, citiamo il protocollo Lldp-Med (Link layer discovery protocol – Media endpoint discovery), uno standard approvato ad aprile del 2006 e ora in via di …

Negli ultimi mesi, i vendor hanno aggiunto o esteso alcune nuove funzionalità nei prodotti. Fra queste, citiamo il protocollo Lldp-Med (Link layer discovery protocol - Media endpoint discovery), uno standard approvato ad aprile del 2006 e ora in via di adozione, in aggiunta ad altri protocolli proprietari deputati alle stesse funzioni e già disponibili. In generale, i cosiddetti “discovery protocol” rendono il networking “plug&play”, poiché consentono ai dispositivi connessi di farsi riconoscere e di riconoscere gli altri apparati che sono connessi in rete. Lldp, in particolare, è implementato negli switch (in futuro anche negli Ip phone) ed effettua l'auto discovery delle policy nella Lan (per esempio per le VLan), oltre a fornire informazioni utili ai sistemi di management per rappresentare la topologia della rete e a gestire l'alimentazione per esempio fra lo switch e il telefono.


Un'altra funzionalità che sta largamente prendendo piede è il PoE (Power over Ethernet), già disponibile da tempo, ma oggi implementata sulla maggioranza delle porte vendute. PoE consente di trasportare l'elettricità insieme ai dati sul cavo di rete, per alimentare gli apparati quali i telefoni Ip, gli access point delle WLan, le Webcam, gli hub e altri dispositivi che non è possibile collegare direttamente alla linea elettrica. Qualcosa di simile al PoE, in realtà, esiste dalla nascita dei telefoni analogici, che appunto continuano a funzionare anche quando a casa manca la corrente. Oggi naturalmente tutto è in digitale e segue uno standard ratificato nel 2005 come Ieee 802.3af a 48 volt: nella scelta di uno switch è opportuno verificare che il PoE sia disponibile in modo granulare, per assicurare la disponibilità in caso di malfunzionamenti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here