L’IoT Agile di Huawei

Focus sull’Internet delle cose anche per Huawei che nei giorni scorsi a Pechino, in occasione dell’evento Huawei Network Congress, ha presentato l’architettura Agile Internet of Things.
Integrata nel più complesso progetto Agile Network Architecture, Agile IoT si compone di tre elementi chiave e si propone come framework di base per le imprese che vogliano dar vita a una infrastruttura IoT flessibile.

Il primo elemento della piattaforma IoT di Huawei è rappresentato dal gateway, cui si affiancano il controller e – novità particolarmente interessante – LiteOs, vale a dire un sistema operativo dedicato e progettato in un’ottica di estrema leggerezza.

LiteOs pesa infatti 10 Kb e, stando a quanto si legge nella nota ufficiale di Huawei, “non necessita di configurazione e supporta funzioni di auto-discovery e auto-networking”.

È pensato per essere utilizzato in applicazioni che vanno dalle smart home ai wearable, fino alle smart car e di fatto indirizza il mondo dei progettisti e degli sviluppatori di dispositivi e apparati.

Huawei lo presenta come piattaforma aperta, così da favorire la crescita delle community e tempi di sviluppo più rapidi.
L’ottica, alla quale il colosso cinese crede fermamente, è quella dell’ecosistema e non ha caso, al di là del lancio dei prodotti e della piattaforma, la società ha da tempo avviato progetti di collaborazione sia con i player tradizionali del mercato Ict, fondamentali per lo sviluppo infrastrutturale, sia con gli enti garanti degli standard, sia con altri attori del comparto IoT attravero centri di ricerca e fondazioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome