Linux, rilasciato OpenSUSE 10.2

La nuova versione guarda agli sviluppatori con l’integrazione di Eclipse 3.2.1 e una serie di tool di programmazione

OpenSUSE 10.2 è arrivato prima del previsto e ciò nonostante
l'innumerevole serie di commenti e prese di posizione che si sono susseguite
dopo l'accordo tra Novell e Microsoft.

Basata sulla versione 2.6.18.2 del kernel Linux, OpenSUSE consente all'utente
di optare tra le interfacce desktop KDE 3.5.5 e GNOME 2.16.1. Non appena viene
avviata l'installazione della distribuzione Linux del camaleonte, viene proposta
per default la creazione di partizioni facenti uso del file system ext3. Si
tratta di una rottura, questa, col passato (le distribuzioni SUSE proponevano,
in modo prefinito, l'utilizzo di ReiserFS).

La nuova versione guarda agli sviluppatori con l'integrazione di Eclipse 3.2.1,
il toolkit GTK 2.10.1 ed una serie di strumenti di programmazione di alto livello.
Tra tutti, citiamo Mono 1.1.18, Python 2.5 e PHP 5.2.

Non mancano i software dedicati a tutti coloro che vogliono usare OpenSUSE
principalmente come sistema desktop fidando sulle ultime versioni di Firefox,
KOffice, OpenOffice, Thunderbird ed Evolution.

OpenSUSE viene distribuito su 5 CD ROM oppure su un unico DVD. La distribuzione
può essere anche installata via Internet scaricando un'immagine CD, masterizzandola,
quindi lasciando successivamente prelevare i componenti necessari. La nuova
versione di OpenSUSE è prelevabile facendo riferimento a questa pagina.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome