Linux punta al record di sicurezza

Un consorzio capitanato da Mandrakesoft ottiene 7 milioni di euro dal governo francese per portare l’Os libero al più alto livello di Eal (Evaluation Assurance Level).

24 settembre 2004

Un consorzio di società europee ha ottenuto un finanziamento di 7 milioni di euro da parte dal ministero della Difesa francese per portare a termine una missione epica: portare Linux al più alto livello di sicurezza mai raggiunto da un sistema opetativo secondo i Common Criteria, l'Eal5 (Evaluation Assurance Level).


Particolarmente sensibili alla certificazione Eal sono gli organismi istituzionali, generalmente quelli appartenenti ai settori militari.


Da qui l'interessamento attivo del ministero della Difesa transalpino che ha conferito il finanziamento al consorzio capitanato dalla francese Mandrakesoft e di cui fanno parte Bertin Technology Group, Surlog, Jaluna e Oppida.


Il gruppo utilizzerà i quasi 8,6 milioni di dollari per sviluppare una tecnologia, ovviamente open source, che dovrà mettere in grado il kernel di Linux di soddisfare i requisiti posti dall'Eal di livello 5.


Per comprendere meglio la portata del lavoro che spetta al gruppo transalpino, basta ricordare che Red Hat era lo scorso aprile ancora al livello Eal2 e in agosto è assurta al livello Eal3+, lo stesso di cui beneficiava Novell SuSe Linux a inizio anno, mentre a livello Eal4 la compagnia conta Windows e gli Unix di Hp, Ibm e Sun.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here