Liguria, 842 mila euro per l’internazionalizzazione delle imprese

Le azioni previste, che avranno inizio già nel 2014 e si estenderanno sino al 2016, oltre a sostenere settori specifici quali la nautica e le tecnologie del mare, l’alimentare, l’artigianato tipico di qualità, l’high tech e le energie alternative, saranno strettamente legate anche a Expò 2015.

La Regione Liguria ha varato il piano attuativo 2015 per
l'internazionalizzazione delle piccole e medie imprese
, proposto dalla propria
società operativa Liguria International.

Il piano, del valore di 842 mila euro, è il risultato della collaborazione
con il sistema camerale ligure e le associazioni di categoria e consentirà
numerose sezioni mirate d'internazionalizzazione a favore delle Pmi, in una
continuità riconosciuta fondamentale dal sistema delle imprese.

Le azioni previste, che avranno inizio già nel 2014 e si estenderanno al
2016
, oltre a sostenere settori specifici quali la nautica e le tecnologie del
mare, l'alimentare, l'artigianato tipico di qualità, l'high tech e le energie
alternative saranno anche strettamente collegate all'evento Expò 2015 in modo
da garantire lo sfruttamento della manifestazione universale come volano per la
ripresa economica della regione.

Nello specifico è prevista una forte azione di attrazione in Liguria di
delegazioni straniere attraverso iniziative di incoming coordinate da Liguria
International, che garantirà una presenza costante a Milano durante i sei mesi
in cui si svolgerà l'evento.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here