L’Europa primo mercato di attrazione

Le società più innovative di Taiwan da tempo guardano oltre i confini cinesi. L’Europa è il primo polo di attrazione per le società di Taiwan, sorprendentemente più degli Stati Uniti, forse per la possibilità di essere affrontato paese per paese, merca …

Le società più innovative di Taiwan da tempo guardano oltre i confini cinesi. L’Europa è il primo polo di attrazione per le società di Taiwan, sorprendentemente più degli Stati Uniti, forse per la possibilità di essere affrontato paese per paese, mercato per mercato, zona linguistica per zona linguistica, con un approccio step by step in un certo senso forse più facile di un approccio globale, necessario quando si parla di Nord America. La maggior parte dei manager incontrati in questo tour conoscono bene le realtà esterne alla grande Cina. Molti hanno al loro attivo percorsi di studio negli Stati Uniti, molti (probabilmente tutti) hanno nel loro curriculum esperienze di lavoro in molti dei mercati nei quali le loro società sono presenti, direttamente o attraverso partnership.

Perché poi la forza delle società taiwanesi in Europa sta proprio qui. Nella loro capacità di costruire, nei paesi nei quali vogliono essere presenti, reti efficaci di distribuzione, fatte di distributori, rivenditori, negozi specializzati. Partendo dagli operatori di nicchia, come è stato per Asustek o Gigabyte, per approdare poi al cosiddetto Gotha. Un’espansione graduale, che è proseguita di pari passo con la crescita delle aziende, sia in termini di offerta, sia in termini di competenze e servizi. Oggi è il nuovo corso. Da Taiwan arrivano in Europa non solo prodotti ma anche marchi. L’Istituto del Commercio Estero li supporta, alla ricerca di sempre nuove opportunità. Perché, come dichiarato da uno dei nostri interlocutori in questo nostro viaggio, «Taiwan is not a follower anymore».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome