L’Emea trascina Tech Data

In crescita l’utile netto. I migliori risultati arrivano dall’area Emea mentre calano Stati Uniti e Resto del mondo. Crescono software e sistemi

9 settembre 2002 Il secondo trimestre di Tech data si è chiuso con un utile netto, pari a 35,3 milioni di dollari, in crescita del 29,7%. Lo scorso anno era stato di
27,2 milioni, escluse spese straordinarie pre-tassazioni pari a 20 milioni
di dollari. Se si considerano queste spese straordinarie, l'utile netto per
il trimestre è cresciuto del 152%, rispetto ai 14 milioni di dollari dello
stesso trimestre 2001. Le vendite si sono attestate sui 4 miliardi di
dollari con una diminuzione del 3,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno
precedente. Nei primi sei mesi dell'anno gli utili netti sono cresciuti del
19,4% (70,4 milioni di dollari), mentre l'anno precedente ammontavano a 59
milioni, escluse le spese straordinarie. Se si includono tali spese, gli
utili netti sono cresciuti del 54%.
Le vendite nel secondo trimestre sono cresciute del 9% in Emea, mentre sono
diminuite dell'11 e del 16% per cento negli Stati Uniti e nel resto del
mondo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le vendite di software
e sistemi sono cresciute, rispettivamente, del 10 e del 2% nel trimestre,
mentre quelle di periferiche e soluzioni di networking sono diminuite del 9
e del 10%. Il business delle periferiche ha rappresentato il 43% del totale
delle vendite nel secondo trimestre, i sistemi il 24%, il software il 18 e
il networking il 15%. In crescita il commercio elettronico che rappresenta
il 36% delle vendite contro il 29% di un anno fa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here