L’elettricità romana a Ericsson

Il Ced di via Anagnina gestisce i contatori elettronici per Acea.

Coerentemente all'accordo firmato con Acea (la multiutiliy di Roma) nel marzo del 2006, Ericsson ora assicura tutte le attività di servizi gestiti per il parco degli oltre 520mila contatori digitali della città di Roma, dalla manutenzione, al supporto e all'evoluzione del sistema utilizzato da Acea.

È operativo, infatti, presso la sede Ericsson di via Anagnina il nuovo Centro elaborazione dati dei contatori elettronici al servizio della città di Roma gestito in remoto dagli operatori di Acea. Le apparecchiature sono state trasferite nella sede romana di Ericsson.

A oggi, il nuovo sistema ha consentito di acquisire in remoto oltre 10 milioni di letture utilizzabili per la fatturazione e di realizzare oltre 10mila operazioni di telegestione (attivazioni, volture, aumenti di potenza, cessazioni).
In linea con gli obiettivi del piano aziendale di Acea, che prevede il completamento delle sostituzioni dei vecchi contatori a Roma (oltre 1,5 milioni di misuratori) entro il 2009, ogni giorno, mediante una task force di 120 addetti, vengono installati nella capitale 2mila contatori di nuova generazione.

A regime, il contatore elettronico offrirà vantaggi tra cui la fatturazione del consumo effettivo (senza acconti e conguagli), la possibilità di usufruire di tariffe multiorarie con risparmio sulle bollette, la comunicazione più efficace e rapida con l'Azienda per operazioni di fornitura come l'attivazione, la modifica e la cessazione del contratto, la disponibilità continua e diretta di informazioni sul servizio e la segnalazione immediata di guasti sulla rete di bassa tensione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here