Le ultime dall’acquisizione Dt-Voicestream

Deutsche Telekom, il principale ex-monopolio telefonico europeo, ha confermato la decisione di acquistare VoiceStream Wireless, il gestore radiomobile americano, per una somma equivalente a 55,7 miliardi di dollare in contanti, titoli e presa in carico …

Deutsche Telekom, il principale ex-monopolio telefonico europeo, ha
confermato la decisione di acquistare VoiceStream Wireless, il
gestore radiomobile americano, per una somma equivalente a 55,7
miliardi di dollare in contanti, titoli e presa in carico degli oneri
risultanti. L'azienda tedesca precisa che l'operazione comporterà il
versamento di 30 dollari e 3,2 azioni Dt per ciascun titolo
VoiceStream rilevato. Il valore equivalente è pari a 194,8 dollari
per azione, circa il 30% in più rispetto alla chiusura di venerdì
scorso. L'operazione VoiceStream, il cui quartier generale è situato
a Bellevue, nello stato di Washington, garantisce a Dt il controllo
su uno degli ultimi due operatori wireless indipendenti su scala
nazionale negli Usa, rispettando così l'impegno del presidente Ron
Sommer, che aveva promesso un'espansione della sua azienda in
territorio americano. Nei giorni scorsi, gli investitori americani
hanno penalizzato il titolo Dt negli Stati Uniti con una perdita del
9,3%, legata ai timori di eccessiva valutazione.
Deutsche Telekom, che calcola in 375 il numero di potenziali abbonati
mobili cui potrà far riferimento dopo l'operazione, prevede di
portarla a termine entro la prima metà del 2001. Dovrà però
affrontare il problema dell'opposizione da parte del Congresso
americano e ottenere il via delle autorità regolatrici. L'attenzione
di Dt si sposta oltre oceano in virtù delle migliori prospettive di
crescita rispetto al mercato europeo. VoiceStream ha circa 2 milioni
di abbonati e il telefonino ha un tasso di penetrazione sulla
popolazione Usa di circa un terzo, contro il 40% in Europa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here