Le Camere di commercio consulenti nell’avvio di start up di imprese sociali

Gli imprenditori saranno seguiti da tutor e consulenti, dallo sviluppo del progetto fino all’avvio dell’attività.

Ha l'obiettivo
di avviare nuove imprese sociali nei primissimi mesi del 2014, l'iniziativa
messa in campo da Unioncamere in collaborazione con Universitas Mercatorum.
A beneficiarne saranno gli aspiranti imprenditori con sede nel territorio
provinciale di riferimento di una delle Camere aderenti all'iniziativa - Asti,
Avellino, Brindisi, Campobasso, Catanzaro, Chieti, Cremona, Crotone, Cuneo,
Firenze, Frosinone, Genova, Imperia, l'Aquila, Lecce, Matera, Messina, Milano,
Modena, Nuoro, Padova, Pavia, Perugia, Pordenone, Potenza, Ragusa, Reggio
Calabria, Reggio Emilia, Roma, Rovigo, Siracusa, Taranto, Torino, Udine,
Varese, Venezia, Verona, Vibo Valentia.

 Le nuove imprese dovranno operare nei settori “ad utilità sociale” previsti dal
Dlgs 155/06 e dalla Legge 381/91
ovvero: assistenza sociale, sanitaria e socio
sanitaria, educazione, istruzione e formazione, tutela ambientale e
dell'ecosistema, tutela dei beni culturali, turismo sociale, formazione
post-universitaria,ricerca ed erogazione di servizi culturali e formazione
extrascolastica.
Dal 3 luglio al 30 settembre di quest'anno verranno raccolte e selezionate idee
e progetti sui temi considerati dal progetto.
Seguirà, fino al 31 dicembre
2013, un periodo di affiancamento agli aspiranti imprenditori: i tutor e i
consulenti della Camera di commercio li accompagneranno passo dopo passo
aiutandoli a sviluppare il loro progetto, definire il business plan, accedere
al credito e avviare l'impresa.

Per ulteriori informazioni  consultare il sito http://www.unimercatorum.it/start-up-imprenditoria-sociale/

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome