Le acquisizioni al tempo dei blog

Il passaggio di Iona a Progress commentato su Web dai dirigenti irlandesi.

La scorsa settimana Progress Software ha formalizzato la decisione di acquisire Iona Technologies allo scopo di creare un’azienda più forte nel proporre la tecnologia per le Soa (Service oriented architecture).

A fatto compiuto, è interessante andare a vedere cosa hanno detto gli acquisiti, ossia il management della società irlandese. E ancora più interessante è il fatto che non si tratta di dichiarazioni rese in una conferenza stampa, ma sono state scritte nel blog aziendale.
 
Anche il tono è consono: non ci sono i cosiddetti “statement”, ma pronunciamenti al limite della confessione.

Qualcosa di personale, insomma, ben inserito nel contesto aziendale. Illuminante il post del Cto, Eric Newcomer, che titola, parafrasando la contingenza, “Dopotutto questo è il Progresso”, dove mette a fattore comune la propria esperienza per dimostrare che la scelta di farsi acquisire da Progress è catalogabile al capitolo ineluttabilità.

Per dimostrarlo Newcomer ricorda come due anni fa ha condotto fianco a fianco con responsabili di Progress un seminario sulle Soa, un’esperienza che esortava a concludere come le due società avessero la stessa visione della materia. E l’ex-ceo e fondatore della società, Chris Horn, ha ricordato in un post laconicamente titolato “Iona”, che quando gli inizi combaciano con la fine, ossia quando trovi il modo di non contraddirti dopo oltre sedici anni di lavoro, allora sei nel giusto.

All’inizio dell’avventura Iona, dice Horn, sentiva su di sé la responsabilità di dover accrescere il valore delle persone che lavoravano con lui, e rivela che nel ceo di Progress, Joe Alsop, ha ritrovato la stessa determinazione, al di là dell’avere prodotti e tecnologie complementari.

Ecco qualcuno che si ricorda che le società non sono fatte solo di cespiti e azioni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here