L’anno di Esprinet

Oltre al perfezionamento dell’acquisto di Assotrade ci sono le stime finali che parlano di una crescita del fatturato nell’ordine del 18-20%.

8 gennaio 2003 Esprinet chiude l’anno perfezionando l’acquisto di Assotrade. Dopo l’ok dell’antitrust, arrivato il 7 novembre, in questi giorni è stato effettuato il trasferimento di personale e strutture Assotrade nella sede di Nova Milanese con l’implementazione dell’integrazione dei sistemi informativi e delle procedure operative e logistiche.
Il corrispettivo dell’operazione è pari a 3,993 milioni di euro, di cui 3,5 milioni di euro a titolo di avviamento, ed è stato regolato per 1,198 milioni di euro in contanti contestualmente al perfezionamento dell’operazione. I restanti 2,795 milioni di euro saranno pagati, quanto a 1,198 milioni di euro entro il 1° marzo 2003, ed il rimanente entro il 30 maggio 2003.
Il meccanismo contrattuale prevede inoltre una maggiorazione del prezzo, fino ad un massimo di ulteriori 3,0
milioni di euro, al raggiungimento di specifici obiettivi di natura commerciale. Tale maggiorazione sarà pagata, fino ad un massimo di 1,5 milioni di euro, entro il febbraio 2004, e fino ad un massimo di 1,5 milioni di euro entro il febbraio 2005.
Il distributore stima una chiusura d’anno con un fatturato in crescita del 18-20% e un volume d’affari tra i 940 e i 970 milioni di euro. I conti hanno beneficiato dell’impatto dell vendite di Assotrade. Già nel mese di ottobre l’andamento delle vendite ha beneficiato favorevolmente del contributo della società acquisita che ha portato in dote un fatturato che nel 2001 ha toccato i 230 milioni di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome