Home Aziende Google L'AI più avanzata di Google arriva in Italia: ufficiale il lancio di...

L’AI più avanzata di Google arriva in Italia: ufficiale il lancio di Gemini Pro

Dopo la presentazione ed il lancio in un ristretto gruppo di nazioni, arriva in Italia la nuova intelligenza artificiale generativa di Google: Gemini Pro ora supporta anche l’Italiano.

“Oggi stiamo portando le più recenti funzionalità di Bard, tra cui Gemini Pro in Bard, in un numero maggiore di lingue e luoghi. Inoltre, stiamo introducendo la generazione di immagini per aiutarvi a dare vita a un maggior numero di idee”, recita il blog post di Google. “Lo scorso dicembre abbiamo introdotto Gemini Pro in Bard in inglese, dando a Bard capacità di comprensione, ragionamento, sintesi e codifica più avanzate. Ora Gemini Pro in Bard (ecco la nostra guida completa su Bard) è disponibile in oltre 40 lingue e in più di 230 Paesi e territori, in modo che un numero maggiore di persone possa collaborare con la versione di Bard più veloce e più capace.”

Gemini Pro, doppia verifica delle risposte anche in italiano

Considerando il desiderio delle persone di poter verificare le risposte fornite da Bard, Google ha deciso di estendere la sua funzionalità di doppia verifica, già apprezzata da milioni di utenti in lingua inglese, a oltre 40 lingue. Con un semplice clic sull’icona “G”, Bard avvia un processo di verifica attraverso il web per confermare le proprie risposte. In caso di contenuti confermanti, gli utenti hanno la possibilità di esplorare le frasi evidenziate per approfondire le informazioni che supportano o contraddicono le risposte trovate.

Creare le immagini con l’AI avanzata di Google

Per promuovere la creatività, Google ha reso disponibile la generazione di immagini tramite Bard in inglese in molti Paesi senza costi, sfruttando il modello Imagen 2 per risultati fotorealistici di alta qualità. Gli utenti possono inserire descrizioni per creare immagini personalizzate. Bard incorpora filigrane digitali nelle immagini per distinguere le creazioni AI dalle opere d’arte umane, seguendo principi di responsabilità AI, limitando contenuti inappropriati e migliorando la sicurezza e la privacy dei modelli.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php