L’after market gestito di Magneti Marelli

Il Cio della divisione di Magneti Marelli per la ricambistica passa al content management.

Daniele Chiarini, Responsabile Sistemi Informativi di Rgz Magneti Marelli After Market usa il content management per gestire il flusso ricambistico della propria produzione.
La sua azienda si occupa, infatti, di distribuire ricambi e servizi per il settore automotive di 30.000 componenti, organizzati su più di 30 linee di prodotto, verso 5.626 officine autorizzate nel mondo.

Il sistema di gestione degli output per tutte le filiali estere gliel'ha realizzato DataEase Italia, filiale nazionale della società società inglese che originariamente si chiamava Software Solutions, produttrice di soluzioni di gestione elettronica dei documenti e archiviazione

Nel corso di un processo di centralizzazione in Italia di tutti i processi informativi interni a livello corporate europeo (Italia, Francia, Spagna, Germania, Polonia e Grecia), Rgz Magneti Marelli After Market ha fatto partire un progetto, che si è concluso in tre mesi, e che ha comportato l'implementazione di un unico sistema di produzione dei documenti, basato sulla suite di prodotti enterprise di Adobe, e la realizzazione di un unico formato di stampa per tutti i Paesi facenti parte del gruppo, che tenesse in considerazione i vincoli imposti in ciascuna nazione alla redazione e alla spedizione dei documenti.

Chiarini ora sfrutta le funzionalità non solo di centralizzazione dell'output, ma anche di sviluppo e personalizzazione dei form, aggiornamento, controllo remoto e velocità di trasferimento e stampa.

Con la nuova soluzione, Rgz in pochi secondi aggiorna tutte le localizzazioni in esercizio per lo stesso modulo oppure introduce l'aggiornamento del logo o della ragione sociale su tutta la modulistica aziendale, a livello europeo.
In precedenza, ogni filiale possedeva un proprio server autonomo e una propria applicazione per la gestione delle stampe. Ciò comportava che, ogni volta che il sistema registrava una anomalia, era difficoltoso identificare il problema.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here