La Ue potrebbe eccepire sull’acquisizione di McAfee da parte di Intel

Secondo Wall Street Journal l’Antitrust starebbe analizzando le implicazioni dell’intesa. Sotto la lente l’ipotesi di integrare la sicurezza nei chip.

L'antitrust europeo avrebbe espresso qualche riserva in merito all'acquisizione di McAfee da parte di Intel.
Non si tratta, al momento, di una opposizione formale, nondimeno anche solo una richiesta di approfondimento potrebbe rallentare il completamento dell'operazione.

Secondo Wall Street Journal, che cita fonti riservate, le perplessità dell'Ue riguarderebbero soprattutto la ventilata ipotesi che Intel possa decidere di integrare la sicurezza di McAfee direttamente nei suoi chip.

Per questo motivo, i responsabili dell'Antitrust stanno in questo momento conducendo delle indagini presso altri player del mondo della sicurezza, per verificare se esista davvero la possibilità che Intel dia ai prodotti McAfee accesso esclusivo o speciale ad alcune funzionalità dei suoi chip, assegnando di conseguenza alle soluzioni McAfee un illecito vantaggio sulla concorrenza.

In ogni caso, la Ue ha tempo fino al prossimo 12 gennaio per verificare le implicazioni dell'intesa, decretando il via libera o richiedendo indagini più approfondite.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here