La strada del cloud ormai è aperta

Una suite di Emc spinge l’adozione di cloud privati, Ca e Red Hat puntano su Amazon

Un'indagine condotta nello scorso giugno da Nextvalue su 100 Cio italiani, decretò il sostanziale loro interesse verso il cloud computing. Considerato dal 56% degli intervistati come una forma estrema di virtualizzazione, il cloud impegnerà un Cio su tre nei prossimi 8 mesi, assorbendo anche un decimo del budget It. Dopo le prime best practice condotte in area Crm, Hr e financial management, l'attenzione dei Cio ora si sposta su strumenti di produttività a livello desktop, di word processing, di spreadsheet, di e-mail e Web conferencing. La comunità dei Cio, quindi, pare proiettata a dare ascolto alle proposte provenienti dal mondo dell'offerta inerenti una sostanziale “fase due” del cloud computing. Come quella di Emc, che ha fatto un'azione di sostegno ai cosiddetti “cloud privati” con il rilascio di una suite fatta da 30 nuovi servizi e soluzioni.

L'approccio adottato da Emc per indirizzare gli aspetti legati alle applicazioni, all'infrastruttura e alla governance che influiscono su una strategia di private cloud si traduce in un portafoglio di servizi e soluzioni end-to-end, che punta a consentire agli utenti di velocizzare il processo di virtualizzazione su scala aziendale. L'offerta include consulenza, integrazione tecnologica, servizi residenziali e formativi, oltre alla suite Emc Proven Solution. Insieme servono ad affrontare le problematiche che si incontrano nella pianificazione, implementazione e sviluppo degli ambienti cloud, compresi i compiti di backup e recovery, la business continuity, il disaster recovery, il management e la transizione di applicazioni di primo livello verso l'infrastruttura virtuale.

Dal canto suo Ca ha annunciato l'intenzione di mettere a disposizione delle imprese funzioni potenziate per l'automazione e la gestione delle infrastrutture informatiche interne e dei servizi cloud esterni. Le soluzioni Ca negli ambiti Business driven automation, Service management, Application performance management e Database management supportano ora l'Amazon Elastic Compute Cloud (Amazon Ec2).

Ca ha anche intenzione di estendere le funzionalità di numerose soluzioni di Systems Management affinché supportino Amazon Ec2.

Secondo la società, tramite la possibilità di fruire della capacità e flessibilità necessarie a gestire le applicazioni nell'ambiente Amazon Ec2 come se fossero un'estensione dell'azienda, gli utenti dovrebbero riuscire ad attuare più facilmente i presupposti del Lean It.

Sempre su Amazon Ec2 è disponibile la Jboss Enterprise Application Platform 5.0, nuova versione del middleware di Red Hat che abilita le piattaforme applicative Java di nuova generazione e che sarà integrato nella soluzione cloud della società. Il sistema punta a dare agli sviluppatori libertà di scelta fra modelli di componenti e di programmazione Java, tra cui Plain Java Objects, Java Ee, Spring Framework, Osgi, Google Web Toolkit e diversi framework e linguaggi dinamici. In aggiunta la piattaforma abbraccia più modelli operativi, dalle tradizionali applicazioni on-premise fino alle implementazioni interne ed esterne basate su cloud. Il middleware è pensato per trarre vantaggio dall'architettura Microcontainer service-based, fornendo funzionalità per implementazioni aziendali di clustering, caching, transazioni, Web service, sicurezza e altro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome