La rinata Borland offre C++Builder 4

Il primo prodotto di sviluppo targato Borland.com, neonata divisione di Inprise, sarà l’ambiente C++Builder 4, che punta al riutilizzo del codice e all’interoperabilità attraverso client a oggetti distribuiti per i modelli sia Com che Cor …

Il primo prodotto di sviluppo targato Borland.com, neonata divisione di
Inprise, sarà l'ambiente C++Builder 4, che punta al riutilizzo del codice
e
all'interoperabilità attraverso client a oggetti distribuiti per i modelli
sia Com che Corba. Il rilascio del nuovo tool arriva sulla scia della
recente ristrutturazione di Inprise, che ha comportato, fra l'altro, il
taglio del 20% dell'organico e la separazione delle divisioni operative. In
quest'ottica Borland.com fornirà prodotti di sviluppo a destinazione Web,
mentre la Inprise propriamente detta si occuperà del software enterprise.
C++Builder 4 è un ambiente di sviluppo integrato che si preoccupa
innanzitutto di offrire opzioni grafiche all'object oriented distribuito.
Soprattutto, è ora possibile riutilizzare il codice da vari tool ed è an
che
possibile costruire oggetti che siano interoperabili fra Unix, Windows e
Java. Molte delle funzionalit à derivano dall'integrazione dell'object
request broker di Visigenic, che già semplificava la costruzione di
applicazioni distribuite. L'obiettivo è consentire a un più ampio numero
di
sviluppatori di concentrarsi sulla logica di business di C++, in parallelo
con l'interoperabilità promessa, attraverso un'interfaccia duale che si
collega agli oggetti. Un bridge Com-Corba è ancora richiesto solo per i
vecchi oggetti e, in questo modo, dovrebbe essere più semplice lavorare in
un ambiente misto.
Fra le altre migliorie di Borland C++Builde r 4 segnaliamo la possibilit
à
per gli sviluppatori di avere informazioni sui parametri degli oggetti in
tempo reale, mentre si sta scrivendo il codice. Quest'ultimo può essere
navigato usando un normale browser Web. Il debugging, inoltre, può essere
eseguito su client e server nella stessa sessione Ide, anche in modo remoto.
Saranno disponibili tre versioni del prodotto. L'Enterprise Edition coster
à
l'equivalente di oltre 5 milioni di lire per sito ed è indirizzata a
sviluppi multilivello client-server. La Professional Edition (intorno al
milione e 800mila lire per posto) seguirà gli sviluppi per desktop Windows
,
mentre la Standard Edition (a 200mila lire) è indirizzata a chi usa C++ pe
r
la primla volta. Le versioni localizzate del prodotto saranno disponibili
in primavera.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome