La produzione ottica Cisco va in outsourcing

Cisco Systems ha fatto conoscere le sue intenzioni riferite alla strategia produttiva nel segmento della componentistica ottica, con il preciso obiettivo il successo delle scelte fatte a loro tempo per la fabbricazione in outsourcing di router e switch …

Cisco Systems ha fatto conoscere le sue intenzioni riferite alla
strategia produttiva nel segmento della componentistica ottica, con
il preciso obiettivo il successo delle scelte fatte a loro tempo per
la fabbricazione in outsourcing di router e switch. Anche per i nuovi
prodotti ottici, viene dunque ribadita la strada
dell'esternalizzazione, come conferma il responsabile della
produzione industriale di Cisco, Carl Redfield. "Noi sviluppiamo i
processi e aiutiamo le altre aziende a maturare il livello di
competenza necessario per costruire i prodotti così come vogliamo che
siano costruiti." Due settimane fa, un grande impianto del New
Hampshire ha sfornato il primo dispositivo ottico di rete di una
serie che secondo Cisco servirà a creare 2.500 nuovi posti di lavoro
nell'arco dei prossimi 5 anni. L'impianto, originariamente costruito
da Digital Equipment e successivamente rilevato da Compaq è stato
acquistato da Cisco da un gruppo di investitori. E' qui, idealmente,
che Cisco intende portare i contrattisti disposti a sviluppare per
suo conto i dispositivi di nuova generazione. La causa del ritardo
delle consegne registrato da Cisco (passato da meno di un miliardo a
quasi quattro miliardi di dollari all'anno) non è riconducibile alla
mancanza di componenti, sostiene Redfiled, ma al vertiginoso aumento
della domanda e Cisco ha tutte le intenzioni di recuperare in fretta
aumentando la capacità produttiva. Il problema è che al momento le
competenze che servono ad affrontare la produzione degli apparati
ottici di fascia alta è ancora insufficiente tra i contrattisti di
cui Cisco si è servita finora (circa il 70% dei dispositivi viene
fabbricato in esterno anche se Cisco mantiene il controllo della
produzione dei router di fascia più elevata). Secondo Redfield, Cisco
è già in contatto con aziende come Solectron e Flextronics
International.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome