La PA stanzia 10 miliardi per saldare i debiti con le Pmi

Firmato dal presidente di Rete Imprese Italia Marco Venturi un protocollo per lo smobilizzo dei crediti vantati dalle PMI nei confronti della Pubblica Amministrazione. L’Abi promuoverà la costituzione di un primo plafond, “Crediti PA”, con ammontare minimo di 10 miliardi di euro.

Trovata un’intesa in relazione allo smobilizzo dei crediti vantati dalle
PMI nei confronti della Pubblica Amministrazione. Marco Venturi, presidente di
Rete Imprese Italia, ha firmato oggi il protocollo sulla base del quale l’Abi promuoverà
la costituzione di un primo plafond, “Crediti PA”, che avrà un ammontare minimo
di 10 miliardi di euro. Il plafond potrà essere usato per ottenere
l'anticipazione del credito o la cessione dello stesso.

La firma del protocollo è stata resa possibile dalla presentazione di
quattro decreti da parte del Governo: due sulla certificazione dei crediti
delle aziende, con lo Stato e con gli enti locali, uno sulla compensazione e un
altro per l’utilizzazione del Fondo Centrale di Garanzia, che garantirà minimo
il 70% degli anticipi che le banche concederanno alle aziende.

Rete Imprese Italia ha espresso apprezzamento anche per la disponibilità
delle banche di favorire il recupero della liquidità per le imprese
valorizzando il ruolo del Fondo Centrale di Garanzia. Soddisfazione per
l'iniziativa del Governo, che ha affrontato la questione dei pagamenti sia purnei
limiti delle disposizioni vigenti e dei vincoli della finanza pubblica.

La disponibilità da parte del
Governo nel recepire i nostri suggerimenti per migliorare il più possibile ciò
che è consentito a normativa vigente
– ha precisato Venturi - merita una piena apertura di credito, che
tuttavia verificheremo in fase di attuazione, auspicando per altro un rapido recepimento
della direttiva europea sui tempi di pagamento
”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here