La Gdf affonda i pirati di Biella

Recuperati in alcuni studi professionali una sessantina di software

Una sessantina di software per un valore di 110mila euro E’ questo il bottino dei sequestri che la Guardia di Finanza ha compiuto a Biella.


Le Fiamme Gialle hanno ispezionato studi professionali di architetti, ingegneri e geometri dove, nel 50% dei casi è stato trovato software illecito.


Tra i programmi informatici più frequentemente rinvenuti ci sono prodotti professionali per la grafica di Adobe e Corel, per il Cad di Autodesk, oltre ovviamente alle varie versioni dei sistemi operativi Microsoft e al pacchetto Office. Nel corso dell'operazione, sono state denunciate sette persone. ''Colpisce - osservano i Finanzieri biellesi - che un comportamento comunque previsto come reato dal nostro ordinamento, sia così diffuso tra soggetti generalmente del tutto estranei a illeciti penali''.


Secondo la Guardia di Finanza l’illecito più diffuso è quello dell’under licensing con l’utente che acquista regolarmente il software e poi lo installa su più pc rispeto a quelli previsti nel contratto di licenza.


Le aziende individuate sono passibili di sanzioni amministrative pari a circa 200.000 euro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here