La chiusura di Megaupload interessa anche all’Agenda Digitale Europea

Discussioni aperte su Twitter e Facebook. Segno che non di solo “affare americano” si tratta.

La chiusura di Megavideo e Megaupload sta in queste ore, come è comprensibile, riscuotendo vasta eco anche in Italia e risulta tra i temi caldi delle discussioni sui social network.
Singolare che thread sul tema specifico siano stati aperti anche dai gruppi di Digital Agenda for Europe sia su Twitter, sia su Facebook.

Su Twitter, ad esempio, è partita la discussione, con un invito chiaro: ”What do you think of the shut down of #megaupload last night? You can react on the #digitalagenda facebook page” (Cosa pensate della chiusura di Megavideo e Megaupload? Scriveteci sulla nostra pagina Facebook).
La cosa sta prendendo piede.
Così, tra chi si limita a esprimere il proprio disappunto perché non può condividere vecchi brani con gli amici e chi esprime preoccupazione per possibili prossime chiusure, YouTube e lo stesso Facebook inclusi, dal momento che consentono la condivisione di materiale potenzialmente protetto da copyright, altri analizzano la questione con più pragmatismo e la portano sui suoi temi centrali: la tutela del copyright, la censura, gli aspetti legislativi.
Al di là delle reazioni, resta interessante il fatto che il tema venga affrontato e seguito con questa modalità anche su queste pagine.
Segno che non di sola questione americana si tratta.
PIPA e SOPA inclusi, va da sé.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here