La Campania finanzia con 10 milioni di euro le reti di impresa

Prestiti a tasso agevolato per favorire la capacità innovativa e competitiva delle aggregazioni di impresa anche in un’ottica di internazionalizzazione.

La Regione Campania ha pubblicato una misura per
lo sviluppo e il consolidamento delle di reti di micro, piccole e medie imprese, al fine di favorirne la capacità innovativa
con sede operativa nel
territorio della Region, e mediante la concessione di finanziamenti a tasso
agevolato
da restituire in 7 anni con un periodo di differimento di 12 mesi.

I progetti di rete
dovranno perseguire uno o più dei seguenti obiettivi: sviluppare e migliorare le funzioni condivise dall'aggregazione (progettazione, logistica, servizi connessi, comunicazione, etc.), nonché sistemi e strumenti integrati di gestione dei processi organizzativi e gestionali interni alla rete erealizzare attività di servizio comuni, per ideare nuovi prodotti/servizi o per mettere a punto nuovi processi produttivi, logistici o distributivi o per permettere un notevole miglioramento dei prodotti e/o servizi o processi esistenti, in ogni caso basa ti sull'interazione tra le imprese della reterichiedente il finanziamento. Inoltre i progetti dovranno favorire percorsi di internazionalizzazione su mercati esteri che, tramite l'aggregazione, possano aumentare la complessiva competitività sul mercato delle imprese in rete; favorire lo scambio di conoscenze e competenze funzionali.

Gli
investimenti inseriti nel progetto di rete devono essere relativi a Beni materiali (impianti; macchinari; attrezzature); Beni immateriali (software, anche finalizzati al commercio elettronico, siti web, realizzazione di show rooms virtuali, marchi, brevetti e diritti di licenza, banche dati, know how e licenze d'uso concernenti nuove tecnologie di processo o di prodotto, adesioni a sistemi di certificazione). Costi di promozione e consulenza (nel limite del 20% dell'investimento complessivo) per la promozione dell'innovazione introdotta dalla rete (realizzazione e/o diffusione di contenuti di comunicazione brochure e/o pubblicazioni, partecipazioni a fiere); consulenze specialistiche (purchè prestate da consulenti esterni), costi sostenuti per le prestazioni del c.d. “manager di rete” (temporary manager o manager condiviso dalla rete di imprese) dedicato alla conduzione, coordinamento e gestione delle attività del progetto di rete.

La
dotazione finanziaria prevista è pari a 10.000.000 di euro. Le agevolazioni
sono concesse a titolo di de minimis, sotto forma di
finanziamento a tasso agevolato di importo compreso tra un minimo di 100.000
euro e un massimo di 1.000.000 di euro a copertura del 100% del programma di investimenti
ammissibile.

La rete di impresa deve essere costituita da
almeno tre imprese,
di cui una, attiva da almeno tre anni e con un fatturato
minimo nei tre esercizi precedenti pari a 2.000.000 di Euro e dovrà essere
individuato un Capofila
. Le domande di agevolazione potranno essere presentate
a partire dall'8 settembre 2014 e fino al 30/11/2014.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here