La Bi «rombante» di Mv Agusta

Automotive / Il gigante delle due ruote ha rivisto le procedure di budgeting e, in futuro, l’idea è di rendere l’intelligenza diffusa più pervasiva

Le due ruote italiane fanno sognare. Ne sa qualcosa Mv Agusta, che, con i suoi
marchi Mv Agusta, Cagiva e Husqvarna, mette “in sella” diverse migliaia
di clienti in tutto il mondo. Negli stabilimenti di Schiranna, Morazzone e Cassinetta,
nella provincia di Varese, sono prodotti quotidianamente circa 120 pezzi, venduti
in tutti i principali mercati globali attraverso una rete di importatori, e
in Italia, grazie a un centinaio di concessionari. La società vanta circa
450 dipendenti, 5 nell’area It.

La spinta verso il cambiamento degli strumenti di supporto al budgeting è
venuta dall’alto. «La direzione - esordisce Corrado Toxiri,
It manager di Mv Agusta -, voleva concretizzare con nuovi strumenti e processi
informatici alcune attività. La piattaforma principale, su As/400, che
ancora oggi gestisce in orizzontale tutti i processi operativi, manifestava
dei limiti sulla Business intelligence. Occorreva scrivere un programma Rpg
(linguaggio di programmazione Ibm - ndr) o Clipper (compilatore per database
- ndr) ad hoc, che provvedesse a estrarre i dati dalla piattaforma. I dati dovevano
poi essere caricati su uno strumento di Bi per generare i report. Tutto questo
richiedeva, nella migliore delle ipotesi, un paio di giorni per evadere le richieste
».
Ecco perché la società ha avviato un progetto che aveva lo scopo
di gestire con maggior efficienza l’accesso alle informazioni, consentendo
agli utenti di ottenere report in pochi minuti e che, soprattutto, supportasse
anche la pianificazione di medio/lungo periodo. La decisione del progetto risale
al settembre del 2005, poche settimane dopo l’ingresso di Toxiri nella
società. «La necessità - puntualizza il manager
- di dotarci di uno strumento che favorisse la visualizzazione dei dati
e la pianificazione mi era stata esplicitata già durante il colloquio
preliminare
».

Il dato “in mano”
Tutte le fasi del progetto hanno visto il coinvolgimento diretto del controller/Cfo,
che ha operato di concerto con l’It manager. La società ha inizialmente
contattato una rosa di aziende e, dopo alcune valutazioni, la scelta è
ricaduta su Cognos 8. «Si trattava - prosegue il manager - di
una soluzione più semplice rispetto alle altre valutate, che ben si adattava
alla logica di pianificazione di Mv Agusta
».

Il progetto è stato avviato lo scorso marzo «l’importazione
dei dati si è conclusa in sole due settimane e il sistema è a
pieno regime dalla fine di settembre
- osserva Toxiri -. Abbiamo, infatti,
privilegiato questo prodotto che, anche in termini dimensionali, ben si adattava
alle nostre esigenze. Non volevamo una soluzione con un enorme repository ma
una abbastanza semplice, che ci permettesse di essere operativi da subito
».
Due le persone messe a disposizione dal system integrator, Atlantic Technologies,
che ha seguito Mv Agusta nell’iniziativa. «Saltuariamente c’è
stato anche il contributo di un esperto di intelligenza diffusa
- precisa
Toxiri -, che in una settimana è riuscito a impostare tutti i dati
del gestionale, rendendoci di fatto indipendenti sul loro trattamento. Non abbiamo
avuto bisogno di specialisti per “maneggiare” la Business intelligence,
è stato sufficiente fare il corso al nostro controller finanziario, che
poi è il key user. Oltre a quest’ultimo, internamente il progetto
ha coinvolto me e un referente di progetto
». A regime, gli utenti,
della Bi saranno tutti i 450 dipendenti della società, mentre per il
budget economico sono, allo stato attuale, circa una ventina, tra commerciali
di primo livello e responsabili di divisione. In futuro, l’idea è
di riuscire a completare il bud­get economico annuale con la costruzione
di un sistema di reportistica sul forecast, che sarà attivo entro fine
gennaio 2007. Con la fine dell’anno, invece, saranno attivate le funzionalità
che permettono di fare previsioni sul flusso di cassa. «In futuro, l’idea
è di riuscire a presidiare tutti i dati sparsi in tutti i database dell’azienda
- conclude Toxiri - assicurandoci una disponibilità immediata delle informazioni».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here