La Bbc fa fuori l’It

A Londra decidono per l’outsourcing. Ne mettono otto in gara (tutti big) e chiedono “niente offshore”. Il tutto per 3,59 miliardi di dollari.

21 aprile 2004

La Bbc, l'ente televisivo britannico, ha deciso di esternalizzare la propria struttura informatica. Outsourcing, quindi, per dirla all'inglese.


E si tratta di un contrattone di outsourcing: da 3,59 miliardi di dollari, valevole dieci anni.


Logico, quindi, che il business sia stato fiutato da tutti i principali fornitori di servizi.


Alla gara per l'assegnazione del contratto d'oro parteciperanno Csc, Fujitsu, Eds, Capita, Accenture, Ibm, Logica e Hp, che dovranno trovare il modo migliore per gestire le attuali competenze del Bbc technology group assicurando, su esplicita richiesta della committenza, di non ricorrere all'offshoring.


In altre parole, esternalizzazione sì, ma dentro il vallo di Adriano: niente India o altri esotismi.


La direzione tecnologica del broadcaster d'Oltremanica e la società Bbc Technology attualmente gestiscono circa 30mila pc e forniscono contenuti, ovviamente multimediali a terze parti del panorama mediatico come Direct Tv ed Espn.


Chi vincerà la gara dovrà prendersi carico di queste strutture e anche degli oltre 1.400 impiegati.


Con l'esternalizzazione della tecnologia, la Bbc conta di risparmiare, ogni anno, una cifra oscillante fra i 35 e 58 milioni di dollari.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here