La Basilicata sostiene l’innovazione delle Pmi

Un nuovo bando con dotazione finanziaria di 10,2 milioni di euro mira a incentivare l’innovazione di prodotto, di processo, organizzativa, di marketing e ambientale, attraverso il sostegno di piani di investimento idonei a migliorare il livello competitivo delle imprese.

La
Regione Basilicata ha indetto un Avviso pubblico
per la “Procedura valutativa a sportello per il sostegno all’innovazione
delle PMI
“. Tale
Avviso è volto a sostenere i processi innovativi delle micro, piccole e
medie imprese regionali e mira a incentivare l’innovazione di
prodotto
, di processo, organizzativa, di marketing e ambientale
attraverso il sostegno di piani di investimento idonei a migliorare il livello
competitivo delle imprese.

La dotazione finanziaria è di 10,2 milioni di euro ed è
ripartita come segue: alle iniziative che presentano un piano di
investimento complessivo di importo inferiore o uguale a 100.000 euro è
riservata una dotazione massima di 2.000.000 di euro. 4.100.000
euro sono invece riservati alle microimprese che presentano un piano di
investimento complessivo di importo superiore a 100.000 euro, mentre 4.100.000 euro sono riservati alle piccole e medie imprese, che presentano
un piano di investimento complessivo di importo superiore a 100.000 euro.

Sono. ammessi investimenti innovativi riconducibili che prevedono un piano di investimento
complessivo diimporto non inferiore a 40mila euro e che riguardano
l’innovazione di prodotto o di processo per aziende rientranti nelle attività
economiche appartenenti ad uno dei settori della classificazione Ateco 2007.

In particolare, sono ammissibili ad agevolazione gli
investimenti, compresi nelle seguenti tipologie di intervento:

– Innovazioni di processo o di prodotto/servizio
ovvero la realizzazione di un nuovo metodo di produzione o di distribuzione, o
significativo miglioramento di quello esistente, ottenuto attraverso
cambiamenti delle tecniche, delle attrezzature e/o software.

– Innovazioni
organizzative ovvero l‘adozione di nuovi metodi che hanno lo scopo di
aumentare le prestazioni dell‘impresa, migliorandone la produttività e/o
riducendone i costi di gestione, di organizzazione e di transazione anche
tramite lo sviluppo e la realizzazione di tecniche derivanti da applicazioni
ICT.

– Innovazioni
di marketing ovvero l‘introduzione di nuove strategie e politiche di marketing
che comportano significativi cambiamenti nella modalità di competizione e/o di
posizionamento sul mercato, con esclusione delle spese di pubblicità. Perché
possa essere considerata innovativa, la metodologia di marketing non deve
essere stata precedentemente utilizzata dall‘impresa e deve rappresentare un
significativo cambiamento di direzione rispetto alle strategie attuate
dall‘impresa. La nuova strategiapuò essere sviluppata non solo per i
nuovi prodotti, ma anche per prodotti già esistenti.

– Eco–innovazione ovvero attività e investimenti volti a favorire il
miglioramento delle performance ambientali aziendali attraverso la
riduzione significativa degli impatti delle attività produttive dell‘impresa
(diminuzione della quantità/pericolosità di emissioni/rifiuti,
risparmio/efficienza energetica, uso razionale delle materie prime) sia a
livello di processo sia di prodotto; migliorare i livelli di sicurezza nei
luoghi di lavoro e di responsabilità sociale dell‘impresa.

E
sono ammissibili le spese di progettazione e studi direttamente connesse al piano
di investimento, quelle connesse
all‘investimento materialee immateriale e lezioni di accompagnamento e
supporto all‘innovazione

L’agevolazione massima concedibile a ciascun piano di
investimento non potrà superare l’importo di 300mila euro.

Il bando scade il 22 febbraio 2011. Per ulteriori informazioni si può
consultare il sito della Regione Basilicata.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome