Linux 4.11: cosa c’è di nuovo nel kernel

Linus Torvalds ha dato semaforo verde al rilascio ufficiale del kernel Linux versione 4.11. I miglioramenti segnalati sono molti ma, come sottolinea lo stesso Torvalds, per la metà circa di casi si tratta di un ampliamento dei driver disponibili, soprattutto in campo storage e audio.

Tra gli elementi di spicco del nuovo kernel Linux c'è infatti una implementazione dello swapping della memoria su unità di storage ottimizzata per le unità SSD. Il kernel 4.11 tiene conto del fatto che la latenza dello swapping ora è importante, specie negli ambienti virtualizzati in cui si assegna alle macchine virtuali più memoria RAM di quella che effettivamente è disponibile in hardware.

Sempre in campo storage il kernel Linux 4.11 offre funzioni di journaling per le configurazioni RAID 4/5/6 e questo, si spiega in particolare, contribuisce a evitare che un guasto di un sistema RAID 5 porti alla corruzione dei dati memorizzati. Da segnalare anche il supporto alle specifiche Opal per la gestione di drive con funzioni di cifratura.

fedora-gnome-desktop-3Storage a parte, il kernel Linux supporta anche il protocollo SMC-R (Shared Memory Communications-RDMA), studiato da IBM come sistema di comunicazione diretta via memoria tra applicazioni di uno stesso server o di server diversi. Originariamente nato per i sistemi zOS, SMC-R approda così anche ai sistemi Linux più semplici. Il protocollo usa TCP per instaurare le comunicazioni, quindi non richiede modifiche alle applicazioni e attraversa in maniera trasparente i dispositivi di networking.

Da segnalare anche un supporto migliorato alla tecnologia Turbo Boost Max Technology 3.0 di Intel, che regola dinamicamente la frequenza di lavoro dei core dei processori in funzione del carico, e l'ampliamento delle funzioni offerte dall'implementazione di InfiniBand del nuovo kernel Linux.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here