Junior manager per il cloud si formano a Milano

C’è tempo fino al 2 novembre per iscriversi a Transynergy, il programma per la formazione professionale finanziato dalla Commissione europea che, dopo un tirocinio retribuito all’estero, prevede l’inserimento in similari realtà nostrane.

Formare junior manager esperti di cloud computing in un contesto internazionale votato, in particolare, all'Europa dell’Est.

È questo lo scopo di Transynergy, programma che si propone di consentire ai laureati magistrali (da non più di quattro anni) in materie informatiche e affini provenienti da qualsiasi Ateneo nazionale di perfezionare e implementare moderne tecnologie Ict in ambienti di lavoro cosiddetti “ostili”, ossia dotati di strumenti hardware di limitata potenza e di uno staff aziendale con scarsa familiarità informatica.

C’è tempo fino al prossimo 2 novembre per iscriversi al progetto finanziato dalla Commissione europea all’interno del programma settoriale Leonardo da Vinci per la formazione professionale, che sarà coordinato dall’Università degli studi di Milano, Dipartimento di Scienze dell’Informazione, e da quattro partner intermediari operanti nel mondo delle Pmi, di cui tre afferenti al settore della formazione lavoro e una camera di commercio internazionale.

Strutturato sotto formula di training, Transynergy prevede due settimane da spendere presso il già citato Dipartimento di Scienze dell’Informazione, presso la Statale di Milano, così da acquisire best practice, dimestichezza con le norme europee nei processi di internazionalizzazione, nonché aggiornare le proprie conoscenze metodologiche nel campo del cloud computing e affini.

Una volta chiusa questa prima parte del programma, è previsto un tirocinio retribuito all’estero di durata variabile compresa tra le 20 e le 24 settimane presso partner del progetto come Dazzler, Elips, Nilobit, Cromwell, Amis e InforTEX che, a seconda dei casi, porteranno in Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia, Romania e Slovenia i candidati alla posizione di junior manager esperti di cloud computing e moderne tecnologie Ict per far toccare con mano le problematiche di software house, società di ricerca e di telecomunicazioni avvezze a dialogare con clienti di piccole e medie dimensioni.

Al termine del progetto, i partecipanti riceveranno un certificato delle competenze secondo gli standard definiti dal Quadro Regionale degli Standard Professionali della Regione Lombardia.

In tal senso, considerato che il tasso di disoccupazione dei laureati italiani si aggira intorno al 20,8% e, stando a fonte Alma laurea 2010, a un tasso superiore al 50% a un anno dalla laurea, fra le ricadute attese del progetto vi è senza ombra di dubbio l’esito occupazionale, tramite un probabile inserimento dei tirocinanti in aziende italiane con ruoli similari al tirocinio effettuato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here