Home Apple Jamf Unlock, l'app iPhone per sbloccare in modo sicuro il Mac

Jamf Unlock, l’app iPhone per sbloccare in modo sicuro il Mac

Jamf è la popolare piattaforma di Enterprise Management per i dispositivi Apple e Jamf Connect è la soluzione progettata per semplificare l’autenticazione del Mac e la gestione delle identità.

Jamf Connect ha ora espanso le opzioni di identità sicura e accesso alle risorse con Jamf Unlock, che abilita l’autenticazione senza password da un’app per iPhone, per sbloccare in modo sicuro il Mac e le risorse necessarie per essere produttivi.

Jamf Unlock – ha spiegato la società sviluppatrice – è un workflow di Jamf Connect: supporta l’autenticazione certificate-based emettendo un certificato al dispositivo e dando agli utenti la possibilità di sfruttare in modo sicuro la loro cloud identity per sbloccare il Mac.

Ciò, utilizzando Face ID, Touch ID o un PIN sul loro iPhone, per ottenere un accesso immediato alle risorse di cui hanno bisogno per lavorare.

Durante la configurazione di Jamf Unlock, l’utente genera un certificato per se stesso nella Secure Enclave del dispositivo iOS per autenticarsi con il proprio cloud identity provider.

Questa identità e richiesta genera un certificato che è memorizzato localmente sul dispositivo ed esclusivo per quell’iPhone o iPad. Non può essere esportato. Questa chiave pubblica è stata condivisa e legata al Mac dell’utente. In questo modo, ogni volta che un utente cerca di autenticarsi a quell’account, è richiesto che lo smartphone passi attraverso il processo di autenticazione.

Jamf Unlock

Questo farà sapere al Mac dell’utente che una richiesta di sign-in proviene da un dispositivo affidabile e permetterà di accedere in modo sicuro. Una volta sul computer, l’utente avrà la stessa esperienza che ha sempre avuto con Jamf Connect, ottenendo l’accesso a tutte le sue app e risorse senza dover fare il sign-in in ciascuna di esse.

Il risultato è la possibilità di utilizzare il dispositivo che si ha sempre con sé per sbloccare l’accesso a una produttività sicura, e senza bisogno di password.

Poiché Jamf Unlock e Jamf Connect sono legati al cloud identity provider, sottolinea poi la società sviluppatrice, è più facile da gestire e più sicuro per la forza lavoro remota.

In maniera simile ai vantaggi del SSO, dal punto di vista dell’utente, questo processo elimina problemi quali l’affaticamento da password o le password dimenticate, il che aiuta a sua volta le aziende a ridurre i ticket di supporto It per i reset.

Aiuta anche a ridurre il rischio che le password vengano compromesse senza l’introduzione e l’investimento in hardware extra. Semplicemente sfruttando l’iPhone che la maggior parte degli utenti ha in ogni momento con sé, questa soluzione garantisce un flusso di lavoro continuo e passwordless.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php