Home Digitale Itasec21, il punto sulla sicurezza informatica nazionale

Itasec21, il punto sulla sicurezza informatica nazionale

È in corso Itasec21, quinta edizione della principale conferenza nazionale sulla sicurezza informatica, terminerà il 9 aprile.

La tagline dell’evento recita: “Perimetro nazionale, diplomazia cibernetica e sicurezza in orbita”, a significare che per tre giorni accademici, industrie e istituzioni si confrontano online sui i più ampi e attuali temi della sicurezza informatica.

Dalla sicurezza informatica nel settore aerospaziale allo sviluppo della diplomazia cibernetica come costante della geopolitica mondiale: temi sempre più attuali nello scenario globale e inevitabilmente centrali in quello nazionale.

L’evento è online e può essere seguito gratuitamente.

All’evento, la cui ultima edizione si è svolta nel 2020 in presenza ad Ancona, partecipano nuovamente i rappresentanti delle istituzioni, del mondo accademico e dell’industria, per un confronto unico e trasversale sulle sfide della digitalizzazione e sul ruolo dell’Italia di fronte a esse.

Itasec21 è organizzato dal Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del CINI(Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica).

Organizzato in più percorsi paralleli, Itasec21 avvicenda sul palco principale – lo Stakeholder space – gli esperti della diplomazia internazionale, della sicurezza aerospaziale e del panorama europeo della sicurezza informatica, in una serie di eventi che offrono l’opportunità di comprendere il delicato tema della cybersecurity sotto più punti di vista.

L’8 aprile interviene anche la Dottoressa Nunzia Ciardi, direttore della Polizia Postale, con una presentazione sull’impatto del Covid-19 nel campo del cybercrimine.

Il 9 aprile saranno sul palco virtuale di Itasec21 alcuni tra i massimi esperti internazionali del 5G per un incontro sulla sicurezza delle telecomunicazioni (che si terrà in inglese), in una giornata dove si approfondiranno anche i temi del ruolo umano nella sicurezza informatica e delle divisioni di genere nel settore IT, grazie a un evento coordinato dal gruppo di lavoro CyberEquality del Laboratorio nazionale di cybersecurity, nato nel 2020 per individuare e mettere a punto iniziative mirate sul tema.

Anche quest’anno Itasec ospita uno spazio nel quale fare il punto sul Perimetro nazionale cibernetico, grazie alla presenza del Vice Direttore Generale del Dis (Dipartimento informazioni per la sicurezza della repubblica), Prof. Roberto Baldoni.

In parallelo si svolgono gli incontri delle sezioni WorkshopScientific track Vendor session, dove trovano spazio approfondimenti sull’economia della sicurezza informatica, sul futuro ruolo dei quanti nella protezione delle infrastrutture digitali, sulla sicurezza dei dispositivi mobile, sull’analisi delle anomalie e sulla protezione degli impianti industriali.

Particolarmente attesi sono gli interventi di alcuni dei massimi esperti del mondo digitale, i quali terranno a Itasec21 delle presentazioni di singolare prestigio. Tra questi Lujo Bauer, docente dell’Istituto per la ricerca software della Carnegie Mellon University e Luciano Floridi, professore di Sociologia della comunicazione presso l’Università di Bologna, rispettivamente l’8 e il 9 aprile, nella Scientific track.

Workshop, Scientific track e Vendor session inoltre permetteranno la partecipazione attiva del pubblico tramite la piattaforma Webex, previa registrazione sul sito ufficiale dell’evento. A tutte le track sarà comunque affiancata la presenza anche di un canale Slack, attraverso il quale sarà possibile commentare, sottoporre riflessioni e rivolgere domande a moderatori e ospiti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php