Italsempione automatizza la supply chain

Logistica / Per gestire la tracciabilità dei trasporti real time, tenendo conto di vari livelli di sicurezza, e calcolare il costo totale della catena di fornitura, la società si è affidata a Oracle

Saper pianificare e gestire la supply chain è sicuramente fondamentale per le aziende logistiche. Così è stato anche per Italsempione Group, società che si occupa di trasporti terrestri, marittimi e aerei, con un fatturato di oltre 360 milioni di euro, 500 collaboratori interni che salgono a 1.500 se si considerano anche operatori di cooperativa e agenti esterni.


«In Italia - spiega Cesare Randon, direttore generale di Italsempione -, gestiamo magazzini per conto di vari clienti e tra gli obiettivi rientra la realizzazione di un network tra sedi, filiali, clienti e fornitori per offrire alla clientela la possibilità di veicolare verso un unico interlocutore la supply chain».

Anche per questo motivo, la società ha deciso di adottare Oracle Transportation Management (Otm), software che offre funzionalità per il pagamenti dei noli, il calcolo dei volumi e le posizioni dei container, i dock e gli scali, al fine di gestire la tracciabilità dei trasporti real time attraverso vari livelli di sicurezza, e i magazzini dei clienti offrendo loro una serie di strumenti e servizi personalizzabili. In questo modo, Italsempione Group può calcolare in modo piuttosto preciso il costo totale della supply chain.


L'interfaccia di Otm è realizzata con piattaforme software aperte e basate su standard. L'accesso ai dati avviene via Web. «L'adozione di Otm - dice Randon -, ci ha permesso di completare con nuove funzionalità, come il calcolo dei costi per ogni spedizione e commessa e la redditività per linee di business, il software gestionale che avevamo sviluppato internamente. Abbiamo anche potuto far fronte alle necessità aziendali sulle continue modifiche legislative e sugli obblighi di conformità, permettendo ai clienti che lo richiedono di gestire anche la visibilità e la capacità di analisi dei dati per un maggiore controllo sulla pianificazione commerciale e operativa. Da un punto di vista economico, i costi per il mantenimento e lo sviluppo delle applicazioni precedenti rispetto all'acquisto di Otm non si discostano molto e, in prospettiva, si acquisiranno nuove funzionalità che aggiungeranno valore all'investimento».


Lo scorso gennaio, il nuovo sistema basato su Otm è stato avviato sui 60.000 mq di magazzino della società in Italia e, entro l'inizio del 2008, partiranno in due step la gestione dei trasporti terrestri e poi di quelli marittimi e aerei. Un passo imminente è l'acquisizione degli ordini via Internet e la gestione della tracciabilità per collo.


Secondo Randon, «dato che la maggior parte dei clienti di Italsempione è fatta di Pmi, le spedizioni si concentrano verso fine settimana. Otm favorisce velocità e semplicità operative».


Il software Otm è assistito direttamente da personale Oracle in stretta collaborazione con il personale interno all'azienda grazie anche a un contratto stipulato con Oracle Consulting. Uno dei primi traguardi raggiunti è stato la realizzazione di un unico database contenente dati operativi, transportation e finance, tramite Electronic data interchange tra le varie filiali del gruppo in Spagna, Usa, Giappone, Taiwan, clienti, fornitori e la sede centrale, dotati, ovviamente, di Erp differenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome