Italia prima in Europa per l’evasione fiscale

Il 51% del reddito imponibile non è dichiarato. Seconda la Romania

Cresce l'evasione fiscale in Italia che si conferma primatista europeo con il 51% del reddito imponibile non dichiarato. E' quanto emerge da un'indagine di Contribuenti.it, l'Associazione Contribuenti Italiani diffusa a Capri nel corso del convegno "Tax compliance ed evasione fiscale", condotta su dati divulgati dalla Polizia tributaria degli Stati europei. Nella speciale classifica degli evasori, afferma una nota, l'Italia è seguita da Romania (42,7% del reddito imponibile non dichiarato), da Bulgaria (39,2%), Estonia (37,6%), Slovacchia (34,1%). In Italia i principali evasori sono gli industriali (32,7%) seguiti da bancari e assicurativi (28,4%), commercianti (11,9%), artigiani (10,9%), professionisti (8,8%) e lavoratori dipendenti (7,3%). A livello territoriale l'evasione è diffusa soprattutto al Sud (29,4% del totale nazionale), seguito dal Nord Ovest (28,6%), dal Centro (21,2%) e dal Nord Est (20,8%).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome