Ispezioni a 11 operatori Tlc

Disposte dalla Guardia di Finanza di concerto con il Garante della Privacy: nel mirino l’ottemperanza agli obblighi di legge in materia di conservazione dei dati di traffico.

Non è proprio casuale la denominazione della più recente operazione eseguita dai Finanzieri del Nucleo Speciale Privacy di Roma in collaborazione con il Garante per la protezione dei dati personali.
Sotto l'ombrello ”Data Rentention” sono rientrate infatti una serie di ispezioni nei confronti di 11 società di telefonia e provider, con l'obiettivo di verificare se e in quale misura rispettino effettivamente le norme per la tutela della privacy.

In particolare, le ispezioni si sono focalizzate sui dati di trattamento del traffico telefonico e telematico, dai quali è possibile sapere non solo il numero chiamato e il momento in cui la chiamata è stata effettuata, ma anche la localizzazione degli apparati degli utenti, nel caso di chiamate da dispositivi mobili.
L'obbligo di conservazione previsto dal Garante è di 24 mesi per i dati di traffico telefonico e 12 mesi per quelli relativi al traffico telematico: alla scadenza del periodo indicato, dati devono essere automaticamente cancellati.
Le ispezioni hanno avuto lo scopo di verificare l'effettiva conservazione e le modalità di conservazione, così che le necessità di giustizia e sicurezza non vadano a ledere nel contempo i diritti di riservatezza dei cittadini, sensibilizzando nel contempo gli operatori sulla necessità di ottemperare alle prescrizioni del Garante.

Per quanto riguarda l'esito dell'operazione, in casi gli operatori sono stati riconosciuti inadempienti rispetto all'obbligo di immediata e automatica cancellazione dei dati al termine del periodo di conservazione previsto per legge. Altre inadempienze hanno riguardato invece le modalità di conservazione, protezione e cifratura dei dati.
In due casi è stata avviata invece una segnalazione per mancata conservazione o per conservazione inferiore ai tempi previsti per legge.

Spetta ora al Garante valutare ogni singolo caso e decidere eventuali sanzioni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here