Home Prodotti Mobile iPhone 8 Plus vs. iPhone X: il confronto

iPhone 8 Plus vs. iPhone X: il confronto

iPhone X ha fatto registrare il tutto esaurito ancor prima del debutto ufficiale. Meglio di una rockstar che torna sul palcoscenico dopo anni di assenza. È di certo dovuto al fascinoso design e alle importanti innovazioni tecnologiche dell’ultimo gioiello creato a Cupertino: dal Face ID al display OLED Super Retina HD. Probabilmente anche al fatto che i “compagni di scuderia” iPhone 8 e 8 Plus, lanciati contemporaneamente a iPhone X e arrivati prima del modello top sul mercato, offrono sì contenuti tecnologici nuovi e interessanti, ma su una linea di continuità che è possibile far risalire bene o male all’iPhone 6, e con un design che ha dunque qualche anno sulle spalle, ormai.

Tuttavia, considerando le caratteristiche nel loro complesso, siamo sicuri che nella scelta d’acquisto l’iPhone 8 o, ancor di più, il “fratello maggiore” iPhone 8 Plus, siano inevitabilmente perdenti rispetto allo scintillante iPhone X? Forse no, o meglio sicuramente non a priori. C’è ampio spazio anche per chi potrebbe preferire l’iPhone 8, e non necessariamente come scelta di ripiego o per un mero calcolo economico. E, in fondo, anche l’eventuale scelta per iPhone 8 sembrerebbe dare ragione ad Apple, che ha deciso di proporre, a fianco del nuovo design di iPhone X, anche un aggiornamento per la già consolidata linea dal retaggio 6/6s/7. Voi quale scegliereste? Non date risposte affrettate o d’impulso, prima di decidere leggete le nostre riflessioni su iPhone X e 8/8 Plus.

Design

Design iPhone XPartiamo da quella che è la differenza più evidente. L’iPhone 8, c’è poco da aggiungere a quanto detto in precedenza, è un aggiornamento “evolutivo” rispetto al modello dello scorso anno e non porta con sé un dirompente effetto stupore per un nuovo design. Quei bordi spessi sono stati decretati obsoleti da una certa tendenza verso il borderless a tutti i costi. Intendiamoci: il design di iPhone X può (e deve) fare la differenza, ma se non avete sviluppato una idiosincrasia per dei bordi un po’ più massicci, non è che l’iPhone 8 sia diventato brutto solo perché non si discosta troppo dal 7. E poi, grazie alla superficie posteriore in vetro, anche l’iPhone 8 può beneficiare della ricarica wireless, una delle maggiori novità, comune a tutti i modelli di iPhone di ultima generazione.

Schermo

Qui le cose si fanno un po’ più complicate. A prima vista, un display da 5,8” (più di quello dell’8 Plus che è da 5,5”) in un corpo compatto quasi come l’iPhone 8 sembra mettere fine a qualsiasi discussione. In realtà la misura in diagonale dello schermo non dice tutto. iPhone X ha un rapporto d’aspetto più stretto e slanciato. Il lato lungo è più lungo, ma la larghezza non è dissimile dall’iPhone 8. Anzi, nell’orientamento “portrait” la larghezza del display di iPhone X è esattamente quella degli schermi da 4,7″ di iPhone 6, iPhone 7 e iPhone 8, cioè 375 punti. Sulla lunghezza c’è effettivamente un incremento di circa il 20% sull’iPhone 8, ma c’è anche da considerare la “tacca” che ospita il sistema di ripresa TrueDepth e i bordi arrotondati.

iPhone X è più lungo anche di iPhone 8 Plus, che presenta invece una maggiore larghezza (414 punti). Naturalmente c’è da tenere in conto che l’iPhone 8 Plus è in tutto più massiccio ed è un modello che per dimensioni può essere un po’ ingombrante. iPhone X, avendo una superficie frontale quasi tutta dedicata allo schermo, offre un rapporto ottimale tra le dimensioni del guscio e quelle dello schermo, ma meno più spazio utile a disposizione.

iPhone x e iPhone 8 schermoUn discorso a parte va fatto per l’aspetto qualitativo: iPhone X offre un display OLED Super Retina HD con la maggiore densità tra i tre: 458 ppi. Gli altri due sono però pur sempre display Retina HD, solo una visione diretta a confronto può aiutarci a capire se il tipo di schermo può fare la differenza. Così come sulle dimensioni e sul rapporto tra dimensioni e schermo disponibile: anche per questi fattori solo una prova dal vivo può aiutare a capire con quale modello ci troviamo meglio, senza dare le cose per scontate basandosi esclusivamente sui numeri.

Face ID

iPhone X Face IDTante le caratteristiche che le due piattaforme condividono (a partire dal chip del processore), ma ovviamente ce ne sono alcune non comuni, una è il sistema di autenticazione. In questo, iPhone 8 e 8 Plus proseguono la consueta strada del Touch ID mentre su iPhone X debutta il riconoscimento facciale: Face ID. Apple dichiara che quest’ultimo è più sicuro.

Al Touch ID siamo ormai abituati e l’operatività con esso è entrata nella familiare routine quotidiana. A Face ID dovremo abituarci, non fosse altro che non solo ha tutta l’aria di essere qui per rimanerci, ma molto probabilmente potrebbe entrare a far parte anche di altri prodotti Apple. A nostro avviso sarebbe stato preferibile averli entrambi e su tutti i modelli di nuova generazione, senza introdurre una discrepanza tra iPhone proprio sul meccanismo di autenticazione.

C’è poi da sottolineare che il sistema TrueDepth utilizzato per Face ID ha ricadute anche sul comparto fotografico della fotocamera frontale. iPhone X offre infatti la modalità ritratto e l’illuminazione ritratto (ancora in beta) sui selfie. Inoltre, offre un sistema fotografico principale a doppia fotocamera: in questo caso però l’iPhone 8 Plus non ha nulla da invidiare all’iPhone X, visto che usa lo stesso sistema di ripresa.

Prezzo e considerazioni finali

iPhone X e accessoriiPhone X costa 1.189 euro per la versione da 64 GB e ben 1.359 euro per quella da 256 GB. iPhone 8 costa 839 per la versione da 64 GB e 1.009 euro per quella da 256 GB. iPhone 8 Plus si colloca tra i due, ma più vicino a iPhone 8: 949 euro la versione da 64 GB e 1.119 quella da 256 GB. Il risparmio con iPhone 8 rispetto a iPhone X può arrivare dunque anche a 350 euro. C’è però da dire che anche per un iPhone 8 si può arrivare a spendere più di mille euro e che dunque, quando la spesa è così consistente, un esborso in più potrebbe non avere lo stesso peso rispetto a livelli di prezzo inferiori. A maggior ragione se la cifra viene spalmata su più anni magari attraverso l’offerta di un operatore.

La scelta quindi non ci sembra potersi incentrare solo su una questione economica. È forse più tra due diverse filosofie d’acquisto. Chi si sente un early adopter e non può rinunciare ad avere a disposizione l’ultima novità tecnologica, difficilmente resisterà al richiamo di iPhone X. Per la stessa identica ragione alcuni potrebbero preferire affidarsi a una piattaforma consolidata e ben sperimentata, piuttosto che lanciarsi in un territorio costellato da tante “prime volte”, a partire dal rapporto dello schermo inedito per un iPhone (e per il quale gli sviluppatori dovrebbero ottimizzare le proprie app) e dall’innovativo sistema di riconoscimento facciale. L’altro lato della medaglia racconta di un iPhone 8 con cui probabilmente non si percepisce di acquistare un device allo stato dell’arte. Se fosse uscito “da solo” sarebbe stato diverso, ma la disponibilità più o meno contemporanea dell’innovativo iPhone X lo ha fatto nascere in un certo senso già superato. Abbracciare il nuovo corso X fin dalla sua prima generazione porterà magari gli inevitabili inconvenienti degli apripista, con tecnologie che vedranno miglioramenti e limature nelle future versioni, ma ci pone già sulla strada del futuro.                   

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php