Intervista al dott. Mauro Meda, segretario generale ASFOR

  Che ruolo svolge ASFOR nello sviluppo dell’e-Learning? ASFOR, da sempre impegnata nel promuove la qualità del processo formativo per costruire un’offerta formativa dinamica e qualificata in grado di interpretare l’evoluzione della domanda, ha ritenut …



 


Che ruolo svolge ASFOR nello sviluppo dell'e-Learning?


ASFOR, da sempre impegnata nel promuove la qualità del
processo formativo per costruire un'offerta formativa dinamica e
qualificata in grado di interpretare l'evoluzione della domanda, ha
ritenuto da subito importante confrontarsi con il nuovo fenomeno
dell'e-learning, un "pianeta" costellato da parole, metodologie e operatori nuovi.


Pertanto l'obiettivo della nostra Associazione è quello
di una ricerca di coordinate comuni che consentano ad ASFOR di esercitare
la propria funzione di orientamento e qualificazione dell'offerta
formativa nelle sue innovative espressioni. In quest'ottica il gruppo i
lavoro ICT ASFOR ha lavorato su diversi punti:


- ricercare modelli formativi utilizzati a livello
internazionale che possono indicarci criteri di efficacia per i modelli
che possano essere applicati nel nostro contesto italiano.


- elaborare strumenti che consentano agli "esploratori
del pianeta" di comunicare tra loro e di capirsi: nasce cosi il progetto
del Glossario "Le parole dell'e-learning". In un anno il costante lavoro
di aggiornamento del Glossario ha incrementato i termini da 100 a circa
500.


- fornire mappe di orientamento sul fabbisogno di
e-learning, in tal senso sono di rilevante importanza i risultati delle
ricerche sullo stato dell'arte della formazione a distanza in Italia
presentante da ASFOR nel corso dei vari convegni.


- "professionalizzare" gli operatori che lavorano nel
campo dell'e-learning attraverso seminari tematici, avviati a giugno per
glia Associati


- definire i criteri del Processo per l'Accreditamento
degli Executive Master On Line


- valorizzare le professionalità giovanili dando loro uno
spazio dedicato attraverso il Bando di selezione delle migliori tesi nel
campo dell'e-learning "e-talenti
dell'e-learning"
promosso da ASFOR e SMAU, giunto ora alla IIa edizione, che vede coinvolti, con
il proprio Patrocinio, il Ministro per l'Innovazione e le Tecnologie Dott. Lucio
Stanca e il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e Ricerca.


La sfida di ASFOR, come spesso diciamo, è quella di
portare sempre più in primo piano - nelle proposte formative - la
"L" di learning anziché la "e" di electronic.


Quali sono i motivi per credere
nelle prospettive e nelle opportunità offerte dall'e-learning?


I modelli di e-learning sono arrivati a un punto di
consolidamento tale da permettere di superare la fase sperimentale, così
ora possiamo tradurre le esperienze maturate in modelli riconosciuti da
tutti e finalmente confrontabili nella struttura e nell'efficacia.


Sulla base dell'ultima ricerca nazionale di ASFOR -
presentata in occasione della Seconda Giornata della Formazione
Manageriale ASFOR, Milano 11 dicembre 2003 - risulta sostanzialmente
stabile la quota del fatturato imputabile all'utilizzo delle nuove
tecnologie quali e-learning, pari al 12,3% del fatturato totale, pari a
oltre 330 milioni di euro, dato che evidenzia un possibile margine di
incremento. Significativa è la percentuale di soggetti dotati di
piattaforma e-learning (63%), soggetti che sono equiripartiti tra coloro
che posseggono la piattaforma di proprietà e coloro che la utilizzano in
licenza. Va evidenziato come per i Soci ASFOR l'e-learning, in particolare
nella forma blended, rappresenta una nuova modalità/opportunità di
diffusione della conoscenza, che si integra con i modelli tradizionali.


Questi dati ci danno la conferma che
l'e-learning è diventata una realtà che si pratica normalmente, alternandola ad
altre modalità. L'e-learning non viene più valutato solo per i suoi elementi di
costo, o meglio di possibile risparmio, ma è valutato in relazione all'efficacia
che può produrre, e quindi è diventato uno strumento di uso comune.

Offrire percorsi in e-learning significa progettare un
intervento ma anche sviluppare un "formato" : quindi ragionare sui
contenuti, su come promuovere l'intervento formativo, su come lo si
gestisce. L'e-learning non è più un'ipotesi ma è una realtà, che può
crescere solo se è di vera qualità.


L'e-learning è anche una responsabilità precisa per
l'istituzione formativa, perché non si tratta solo di inserire/condividere
del "materiale in rete" ma di realizzare un processo didattico ben
strutturato, gestire e fare un'operazione complessa, fatta di materiali
certo, ma anche di servizi, feedback, monitoraggio, gestione delle classi
virtuali, tutoring.


E' su questo che l'azienda deve fermarsi a riflettere e
investire per una formazione di qualità attraverso ICT.


Che ruolo svolge ASFOR nello
sviluppo dell'e-Learning all'interno del settore pubblico?


ASFOR, con il diretto supporto degli esperti del proprio
Gruppo di lavoro sull' ICT, ha elaborato il "Glossario - le parole
dell'e-Learning" costituito da 500 termini, che vuole essere un punto di
riferimento per tutto il settore della formazione privata e pubblica.


Il Glossario costituisce già il principale riferimento
per la Pubblica Amministrazione italiana che, attraverso il Dipartimento
della Funzione Pubblica e il Dipartimento Innovazione Tecnologica ha
ottenuto di inserirlo nella documentazione allegata al "Vademecum per la
realizzazione di progetti formativi in modalità e-Learning nelle pubbliche
amministrazioni".


Infine, ASFOR ha attivato un programma di sperimentazione
che porterà nel 2005 alla definizione del "Processo di Accreditamento
degli Executive Master on line", che potranno così essere un utile
strumento di sviluppo delle competenze per le Imprese e la PA.


Quali sono gli obiettivi che ASFOR
vuole raggiungere attraverso il "Processo di Accreditamento degli Executive
Master on line"?


Ora che dei percorsi di formazione con modalità
e-learning non viene più messa in discussione l'efficacia, è venuto il
momento di puntare a innalzare progressivamente la qualità delle azioni
formative supportate da ICT.


Su questo terreno ASFOR sta sperimentando - a lato di
quello ormai consolidato Processo di accreditamento dei Master in gestione
aziendale - un nuovo percorso di accreditamento riservato ai Master
cosiddetti blended, nei quali il mix di soluzioni tradizionali (aula) e le
modalità e-learning caratterizzano la proposta metodologica.


Il processo di accreditamento degli Executive Master On
line, che sarà sperimentato nel 2004 (marzo-dicembre), diverrà definitivo
nel 2005 con il suo apparato di revisioni annuali, visite di controllo,
esame della documentazione, come per tutti i Master tradizionali
accreditati ASFOR.


In questa prima fase sperimentazione e validazione dei
criteri sui quali porre in essere il sistema di accreditamento, si è
ritenuto di targettizzare il prodotto Master on line nei confronti di
un'utenza executive. Ovvero ASFOR ritiene, per lo meno in questa prima
fase, che l'utilizzo della prevalente metodologia e-learning possa essere
compatibile in via prioritaria solo per i master rivolti a un'utenza con
esperienza lavorativa ma impossibilitata a una modalità di fruizione full
time, proprio perché occupata in posizione di media e alta responsabilità
manageriale.

I criteri da rispettare per ottenere l'accreditamento
sono articolati e di una certa complessità, ma rispondono a poche,
determinanti, idee guida:


- garanzia della solidità scientifica della struttura che offre il corso; -
centralità dell'utente, non solo come soggetto attivo nel processo di
apprendimento, ma come soggetto contrattuale, portatore del diritto di aderire a
un'offerta che dichiari anticipatamente tutti i livelli servizio che la
caratterizzano e si vincoli ad osservarli;


- efficacia della strumentazione e degli ambienti web, per ottenere il
massimo possibile di apertura all'intervento attivo dei partecipanti;


- gestione on line di quote significative di tempo/attività che
caratterizzino il percorso come interattivo e cooperativo;


- governo complessivo dell'attività attraverso piattaforma web based, dotata
di funzioni di tracciamento e di monitoraggio.

Le valutazioni sulla rilevanza e la solidità di un
programma fanno riferimento, come per i master tradizionali, a una
molteplicità di requisiti che riguardano l'esperienza delle diverse
istituzioni formative, le caratteristiche dei singoli docenti e degli
esperti esterni coinvolti, le aree di insegnamento.


Si è ritenuto indispensabile porre in
essere una serie di requisiti monitorabili di natura metodologica e tecnologica
che permettano di dare criteri i più possibili certi, anche nella libertà
progettuale lasciata a ciascun ente formativo, per la realizzazione di master on line che rispettino e allo stesso tempo forniscano criteri oggettivi di qualità.


ASFOR con l'avvio della sperimentazione del "Processo di
Accreditamento dei Master on line" intende assumere, nei confronti della
società, il ruolo di responsabilità che è proprio di una associazione, e
che consiste nel riaffermare che la formazione di qualità è fattore
indispensabile per la diffusione e il rafforzamento della cultura
manageriale, senza la quale non è possibile governare la complessità delle
moderne aziende in ogni campo dell'attività economica.


Le 5 scuole Associate ad ASFOR che hanno accettato di
sperimentare la validità e sostenibilità di tali criteri su propri
prodotti formativi on line in corso di erogazione sono: CIS e IFOA di
Reggio Emilia, MIB di Trieste, Poliedra (Politecnico di Milano) con Sfera,
Roma, e Profingest di Bologna).


Il processo di sperimentazione - della durata di 9 mesi,
fino a dicembre 2004 - prevede una serie di verifiche anche attraverso
"Schede di self assessment" redatte dalle scuole erogatrici,
validate/verificate dalla "Commissione per l'Accreditamento degli
executive Master on line", nel corso di appositi workshop e verifiche
individuali.


La "Commissione" è composta da un ristretto pool di
esperti e-learning e di sistemi formativi di ASFOR (Mauro Boati, Valerio
Eletti, Claudio Giannotti, Mauro Meda, Roberto Pancaldi) che operano
affiancati da esperti del Dipartimento Innovazione Tecnologica/CNIPA, del
Dipartimento Funzione Pubblica, del Ministero dell'Istruzione,
dell'Università e della Ricerca e della CRUI - Conferenza dei Rettori
delle Università Italiane, con i quali è stato costituito un Comitato
Scientifico.


In occasione di Expo e-learning 2004, sarà
possibile approfondire questi temi nel corso del Convegno ASFOR "Gli executive
master on line: qualità accreditata per lo sviluppo delle imprese e delle
istituzioni" che terremo nella giornata dell'11 ottobre alle
14.30.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here