HPE

HPE ritiene che l’intelligenza artificiale sia un'onda tecnologica che rivoluzionerà completamente il modo in cui costruiamo, consumiamo e viviamo la tecnologia.

E HPE InfoSight è la manifestazione concreta della tecnologia intelligenza artificiale dell’azienda americana. Grazie a innovativi algoritmi proprietari, HPE InfoSight porta le tecnologie di intelligenza artificiale anche nel settore dello storage.

Gli approcci legacy, che limitano la quantità di dati rilevati dai sensori, non possono fornire lo stesso livello di informazioni.

L'intelligenza artificiale richiede dati accurati e dettagliati da cui apprendere e a cui fare riferimento. Senza questi, i risultati sono imprevedibili, inaffidabili e nella maggior parte dei casi incompleti.

È questo il punto di vista espresso da HPE da Ivan Iannaccone, VP e GM, HPE 3PAR: la visione di HPE è infatti quella di applicare l’intelligenza artificiale allo storage.

Dati e algoritmi per un’infrastruttura intelligente

Probabilmente, afferma Iannaccone, HPE 3PAR è stata la prima a sfruttare l'uso dei dati di telemetria per modificare le modalità di supporto allo storage. I dati dei sensori hanno fatto parte delle decisioni progettuali sin dal primo giorno di HPE 3PAR. E fin dal primo giorno la società ha raccolto i dati di telemetria dai sistemi di tutto il mondo.

Ora, il passaggio successivo: l’azienda applica la potenza di HP InfoSight AI a tutti questi dati. La customer experience viene ridefinita, portando le stesse capacità a cui i clienti di HPE Nimble Storage sono abituati. HPE InfoSight acquisisce milioni di data point dei sensori ogni secondo. Utilizza poi il machine learning basato su cloud per tracciare previsioni e raccomandazioni per ciascuna infrastruttura di ogni cliente.

Utilizzando questa fonte di dati per il training dell’HPE InfoSight AI engine, si migliorano disponibilità, prestazioni e sicurezza per ogni sistema della base installata. Estendendo HPE InfoSight a HPE 3PAR, afferma HPE, è stato quadruplicato il numero di data point disponibili per analizzare e creare raccomandazioni preventive. Poiché più dati comportano un maggiore apprendimento.

L’infrastruttura si auto-migiora

Con HPE InfoSight il marchio ora incorpora l'intelligenza artificiale nei suoi prodotti. In tal modo consentendo al prodotto e all'infrastruttura di auto-migliorarsi basandosi non solo sulle informazioni raccolte, ma anche sui molti anni di dati dei sensori già accumulati. È questa profondità di dati che, afferma HPE, garantisce all’azienda una maggiore conoscenza rispetto ad altri motori analitici.

HPE InfoSight consente di prevedere potenziali problemi e di impedire che si verifichino effettivamente.

La visione di HPE è di trasformare il settore dello storage e fornire un'infrastruttura autonoma. L'integrazione dei dati di telemetria HPE 3PAR in HPE InfoSight porta l'intelligenza artificiale a un livello molto più elevato e avvicina a questo obiettivo. Lo storage, ne è convinta HPE, continuerà a trasformarsi nei prossimi anni. E tale trasformazione sarà guidata dall’AI, che si occuperà del modo in cui sviluppiamo, sperimentiamo e consumiamo servizi legati ai dati.

A questo indirizzo è possibile trovare tutte le informazioni su HPE InfoSight. Qui ci sono informazioni su HPE 3PAR. Qui, invece, tutte le informazioni su HPE Nimble Storage.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome